Torna al blog

BLOG

La porta: un prodotto industriale che assicura maggiore durabilità e assistenza

Puoi affidarti a una rete di tecnici e rivenditori affidabili in tutta Italia.

Sempre di più siamo abituati a fare acquisti e a scegliere prodotti che nel tempo saranno sostituiti da altri, così fare scelte che siano durature nel tempo passa in secondo piano. Tuttavia, ci sono casi in cui diventa necessario realizzare che la durabilità è un fattore da tenere in considerazione.

Durabilità implica maggiore sicurezza, maggiore affidabilità, maggiore qualità. Ecco perché è un elemento chiave quando acquisti la porta di casa tua.

Tutte le soluzioni Dierre prendono forma grazie ad un’idea solida e ben definita, quella di offrire un prodotto in grado di conservare le sue qualità nel tempo.

Dierre significa personalizzazione e attenzione per il dettaglio quasi artigianale, unita elevati standard di sicurezza e tecnologia.

 

In che modo le porte Dierre garantiscono durabilità?

 Le porte Dierre sono certificate

Le porte Dierre sono un investimento che negli anni offre sicurezza, proprio perché sono tracciabili e certificate. Le nostre porte sono sottoposte costantemente a controlli da parte di un ente terzo.

Ci affidiamo a un Organismo certificatore che raccoglie tutte le informazioni relative ai nostri prodotti. Tramite un controllo in fabbrica e un successivo controllo sui prodotti in produzione, viene verificata la conformità alle specifiche del campione testato descritte nel rapporto di prova.

Tutta la filiera è controllata da Dierre

Dierre controlla tutto il ciclo produttivo, dal progetto iniziale fino alla produzione. La realizzazione e lo sviluppo delle porte avviene tramite software sofisticati che garantiscono di ottenere un ottimo risultato. Inoltre siamo presenti in tutta Italia con i nostri Dierre Partner: una rete di rivenditori selezionati che grazie ad un’accurata formazione, garantiscono massima competenza e sono qualificati anche per effettuare la posa.

 

Dierre Technical Service

 

 

 

Anche quando la porta arriva a casa tua, puoi contare sull’assistenza Dierre

Non solo ti assicuriamo la qualità dei materiali, come la scelta del legno e acciaio, lo sviluppo di un sandwich prestazionale. Proprio perché siamo convinti che la porta sia un bene durevole, offriamo assistenza post vendita.

I nostri clienti hanno la possibilità di accedere ad un canale di comunicazione nel caso in cui riscontrino delle problematiche o se in caso ci sia la necessità di comprendere il funzionamento di elementi specifici.

La nostra rete di tecnici autorizzati svolge assistenza post vendita sia in garanzia (per i primi due anni) che fuori dalla garanzia.

Dierre fa spazio all’innovazione

Il modo di garantire durabilità per noi significa anche restare al passo con il tempo e integrare servizi di domotica. Ad esempio per la porta Next Elettra oltre alle classiche serrature, avrai a disposizione un sistema di apertura elettronica evoluto che funziona anche grazie all’App MyDoor, connessa in wifi con la serratura e che ti permetterà di gestire da remoto i sistemi di apertura e chiusura, avere indicazioni d’allarme e altro ancora.

In questo caso il tecnico si occuperà di effettuare l’avviamento e di spiegarti il funzionamento dell’app.

 

Come trovare i nostri tecnici in modo sicuro, per accertarti che siano qualificati?

Ti consigliamo di affidarti a quelli che trovi sul nostro sito, in modo da avere la garanzia di un’ottima assistenza.

 

Se hai bisogno di assistenza post vendita: https://teclocator.dierre.com/

Se vuoi trovare rivenditori autorizzati: https://www.dierre.com/it/punti-vendita

Oppure contattaci per telefono +39 0141 949411

Di che anno è la tua porta? Guarda il video per sapere come invecchiano le porte blindate e scopri i 10 buoni motivi per scegliere Dierre.

Torna al blog

BLOG

Dierre, un partner unico per ogni tipo di progetto

Un partner unico per tutti i progetti

La versatilità è un valore da coltivare, una qualità che permette di distinguersi e di adattarsi ad ogni tipo di situazione. Questo è quello che Dierre vuole perseguire dal 1975: offrire soluzioni sicure e personalizzabili adatte a ogni tipo di progetto, basate sulla tecnologia e il design, per rendere la vita delle persone più semplice e più sicura, in ogni momento, in qualunque contesto.

La nostra passione per la sicurezza ci ha portato ad affinare la ricerca continua dello stile e dell’innovazione per cercare soluzioni adatte ad ogni progetto, ad ogni spazio.
Produciamo porte per tutti i settori dell’edilizia: il settore residenziale, hotel e grandi alberghi, il settore terziario e il settore industriale. La nostra ampia gamma di prodotti e applicazioni all’avanguardia incontra ogni tipo di esigenza.

Settore residenziale
Che tu abbia una casa indipendente o un appartamento, noi possiamo essere un partner unico per la tua casa. Sappiamo assicurare elevati livelli di sicurezza e di risparmio energetico e comfort acustico senza tralasciare la possibilità di personalizzare lo stile delle porte d’ingresso, blindate, interne, da cantina e da garage.

Settore alberghiero
Mettiamo a disposizione soluzioni capaci di unire sicurezza, design e acustica; rispettando tutte le normative europee. Siamo partner di alberghi dal design unico e personalizzato!

Settore terziario
Anche per gli edifici pubblici come ospedali, scuole, uffici, banche, stazioni, aeroporti, abbiamo sviluppato una gamma di prodotti certificati. Un esempio? Le porte tagliafuoco in acciaio raccomandate M.A.I.A. (Manutentori Assemblatori Installatori Associati), associazione che qualifica la formazione e la produzione di tutta la filiera antincendio.

Settore industriale
Offriamo soluzioni personalizzate per quanto riguarda le dimensioni, il sistema di apertura e il livello di sicurezza, con porte e portoni tagliafuoco, porte multifunzione e sezioni industriali.

Guardiamo nel dettaglio a 3 esempi di progetti realizzati per i diversi settori.

IL NUOVO VILLAGGIO SAN CASSIANO D’ALBA

Il contesto
Prendi un’area residenziale immersa nel verde a ovest di Alba, è qui che trovi il Villaggio San Cassiano, progettato dallo studio Archicura. Gli edifici sono strutturati nella massima semplicità, con linee geometriche e grandi aperture che permettono alla luce di inondare le stanze. Due parallelepipedi bianchi si sovrappongono l’uno sull’altro ortogonalmente e danno vita a una distribuzione interna su due piani funzionali.
La soluzione di Dierre
I colori blu, rosso e grigio delle Synergy IN con interno laccato, pongono l’accento sull’ingresso di casa.
Le chiusure di sicurezza di ultima generazione sono progettate per racchiudere un mix di caratteristiche nello spessore di una normale porta blindata.
Cosa garantiscono le Synergy IN?
Isolamento termico (1,4 W/m2K)
Isolamento acustico (45 dB)
Resistenza al fuoco e all’effrazione (Classe 3 e su richiesta in Classe 4).
Inoltre sono dotate del sistema Fast-Grip che permette di montare e smontare le cornici fermapannello in pochissime operazioni.

Villaggio San Cassiano di Alba

IL PRIMO ACTIVE & LUXURY RESORT DELLA VAL D’AOSTA, CAMPZERO

Il contesto
Ai piedi del Monte Rosa, a Champoluc, nell’estate del 2018 è stato inaugurato CampZero, un progetto innovativo curato dagli architetti dello studio Bladidea
La soluzione di Dierre
160 porte appartenenti a 7 diverse linee, con finiture originali e materiali naturali. La gamma Isy è utilizzata per le porte interne, rivestite in palissandro blu e in abete con finitura in legno grezzo, proprio per richiamare la montagna e le vette alpine. Le porte tagliafuoco Opera son rivestite all’interno in abete e sul lato esterno in pietra silver shine.
Inoltre sono presenti anche le Rolling e New Idra, con guarnizioni tagliafuoco.

Campzero

CASE DI LUCE

Il contesto
Case di Luce è un progetto innovativo che nasce a Bisceglie, in Puglia, che si ripropone di contribuire alla riqualificazione di un quartiere semi periferico. Il progetto è stato curato da PS Architecture e si ispira ai principi della sostenibilità, infatti sono presenti materiali innovativi e prodotti dalle prestazioni energetiche particolarmente elevate.
La soluzione di Dierre
Le porte blindate della linea Synergy Out assicurano ottimo isolamento termico e allo stesso tempo garantiscono sicurezza. Il telaio in PVC con anima in acciaio consente di raggiungere una trasmittanza 7 volte più bassa di quella di un telaio tradizionale. Classe 3 antieffrazione, tenuta all’aria in Classe 4 e tenuta all’acqua in Classe 8 A, insonorizzazione e isolamento termico.

Case di Luce

 

Guarda il video per scoprire tutte le nostre soluzioni adatte a ogni tipo di progetto, perché ovunque tu vada Dierre è sempre con te.

Torna al blog

BLOG

La sostituzione della porta blindata e il Superbonus 110%

Dierre bonus 110% porte blindate

A settembre spesso le nostre attenzioni si rivolgono ai nuovi inizi, ai progetti da avviare e da mettere in cantiere. Dopo le vacanze, si fa ritorno alle proprie case, ci si riappropria degli spazi e forse li si guarda anche con una nuova prospettiva.

Se stai pensando di effettuare lavori in casa tua, ricorda che con il Decreto Rilancio c’è la possibilità di usufruire di nuove detrazioni:

il nuovo Superbonus del 110% per le spese sostenute dall’1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per interventi di riqualificazione energetica o messa in sicurezza dell’edificio per la riduzione del rischio sismico.

Questo è il momento perfetto per scegliere una porta blindata per casa tua!

Il bonus riguarda:

  • gli interventi di coibentazione degli edifici che coprono almeno il 25% della superficie esterna e che migliorino di almeno due livelli la prestazione energetica dell’edificio.
  • interventi effettuati sulle parti comuni di edifici condominiali, sulle unità immobiliari indipendenti e sulle singole unità immobiliari (fino ad un massimo di due).

Quando non può essere fruito?

  • per interventi effettuati su unità immobiliari residenziali appartenenti alle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli).

Quali sono gli interventi che permettono di usufruire del Superbonus 110%?

  • Interventi di isolamento termico degli involucri edilizi;
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni;
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari;
  • Interventi antisismici;
  • Interventi di efficientamento energetico;
  • Installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • Infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Ai sensi dell’articolo 119 del Decreto Rilancio, le detrazioni riconosciute si suddividono in interventi principali/trainanti e interventi aggiuntivi/trainati. Quelli trainati possono rientrare nel superbonus 110% solo se effettuati congiuntamente ad almeno un intervento trainante e comportino l’aumento di almeno 2 classi energiche.

Vediamo insieme quali sono quelli trainanti:

  • Isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie complessiva.
  • Spesa massima agevolata
    • 50mila Euro per edifici unifamiliari o unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari ma con un accesso autonomo dall’esterno;
    • 40mila Euro per gli edifici composta da 2 a 8 unità immobiliari;
    • 30mila Euro per gli edifici composti da più di 8 unità immobiliari.
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati dotati di:
  • caldaia a condensazione
  • pompe di calore
  • caldaia a condensazione con sistema ibrido
  • sistemi di microcogenerazione
  • collettori solari
  • teleriscaldamento
  • caldaia a biomassa – 5 stelle
  • Spesa massima agevolata:
    • 30mila Euro per edifici unifamiliari o unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari ma con un accesso autonomo dall’esterno;
    • 20mila Euro per gli edifici composti fino a 8 unità immobiliari;
    • 15mila Euro per li edifici composti da più di 8 unità immobiliari.
  • interventi antisismici per le unità immobiliari situate in zone ad alto rischio.
  • Spesa massima agevolata 96mila Euro.

Di seguito elenchiamo invece quelli trainati:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano sia le parti comuni che quelle private, l’involucro dell’edificio con un’ incidenza minore o uguale al 25% della superficie; ( spesa max 60mila Euro )
  • sostituzione degli infissi nelle parti comuni e/o private; ( spesa max 60 mila Euro)
  • schermature solari e chiusure oscuranti delle parti comuni e/o private; ( spesa 60mila Euro)
  • interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti, solo per le parti comuni e/o private; ( spesa max 30mila Euro, in abbinamento a fotovoltaici e/o sistemi di accumulo 48mila Euro).
  • infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. (spesa max 3mila Euro)

Ad esempio se si abbina la sostituzione della porta al cappotto termico e alla sostituzione della caldaia, potrai usufruire della detrazione del 110% e ottenere un rimborso in 5 anni.

Questi nuovi incentivi riguardano persone fisiche e le abitazioni in condominio o case private registrate come prima casa.

La detrazione è riconosciuta al 110% da ripartire in 5 quote annuali di pari importo.
In alternativa è possibile optare per uno sconto dai fornitori (sconto in fattura) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.
La cessione può essere disposta a favore:

  • dei fornitori di beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi;
  • istituti di credito e finanziarie

Come fare per usufruire del Superbonus 110%?

  • pagare le fatture con bonifico parlante;
  • inviare all’Agenzia delle Entrate la documentazione tecnica attraverso PEC (posta elettronica certificata);
  • il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione rilasciato da un intermediario (ragionieri, periti commerciali, commercialisti) e dai CAF;
  • l’asseverazione da parte di un tecnico abilitato ( dotato di polizza assicurativa della responsabilità civile non inferiore a 500mila Euro) relativa agli interventi che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici necessari ai fini delle agevolazioni fiscali;
  • per gli interventi di miglioramento energetico ammessi al Superbonus, la congruità delle spese è determinata facendo riferimento ai prezzi correnti di mercato in base al luogo di effettuazione degli interventi.

Scopri tutti i requisiti per richiedere il bonus al seguente link.

Dierre, Synergy telaio

Per aumentare il livello di isolamento termico, scegliere la giusta porta blindata è fondamentale. Noi di Dierre disponiamo di numerose soluzioni perché garantire elevate performance e darti il meglio per casa tua è la nostra priorità.

Le soluzioni per migliorare l’isolamento termico in casa tua e approfittare del Superbonus: porta blindata Synergy e infissi esterni Screen.

La linea di porte blindate Synergy garantisce massimo isolamento termico, acustico, resistenza al fuoco e sicurezza, raggiungendo altissimi livelli di eccellenza. Combina materiali all’avanguardia, con una tecnologia produttiva, realizzando in un’unica struttura e in uno spessore minimo, un sistema perfettamente organico.

Potrai scegliere tra Synergy IN, ideale per i condomini, o Synergy OUT pensata invece per gli esterni, ville e case unifamiliari.

La Synergy IN è stata progettata per un valore di trasmittanza termica pari a 1,4 W/m2 K.

La Synergy Out ha una struttura in telaio PVC che permette di ridurre al minimo il fenomeno della condensa e che sopporta tutti gli effetti derivanti dalla costante esposizione agli agenti atmosferici.

In questo caso le prestazioni di isolamento termico, che in un tradizionale telaio in acciaio hanno un valore di 7W/m2 K, sono di 1,1 W/m2 K.

La linea Synergy è garanzia di minor consumo energetico, minor inquinamento e ottime prestazioni di isolamento termico, per questo è partner di Casa Clima, che richiede un valore minimo di 2,2 W/m2 K.

Dierre, porta Synergy, porta blindata neve

Severi e accurati controlli certificano le finestre Screen come la migliore protezione per il vostro ambiente. Gli ottimi standard d’isolamento all’aria, all’acqua, al rumore, al vento, al caldo e al freddo, sono stati ottenuti grazie ad una tecnologia produttiva all’avanguardia e all’assoluto pregio dei materiali impiegati.

  • Trasmittanza termica 1.4 W/m²*K
  • Permeabilità all’aria classe 4 UNI EN 1026 e UNI EN 12207
  • Tenuta all’acqua classe 7A UNI EN 1027 e UNI EN 12208
  • Resistenza al vento classe C5 UNI EN 12210 e UNI EN 12211
  • Resistenza all’effrazione classe 3 ENV 1627
  • Isolamento acustico di 41dB UNI EN ISO 140-3 e UNI EN ISO 717-1 (versione finestra a un’anta)
  • Isolamento acustico di 39dB UNI EN ISO 140-3 e UNI EN ISO 717-1 (versione finestra a due ante)

Di seguito la tabella che riporta le zone climatiche in Italia con i minimi valori richiesti dalla normativa per accedere al Superbonus.

Sostituzione di finestre comprensive di infissi (calcolo secondo le norme UNI ENISO10077-1)
Zona Climatica A ≤ 2,60 W/m²*K
Zona Climatica B ≤ 2,60 W/m²*K
Zona Climatica C ≤ 1,75 W/m²*K
Zona Climatica D ≤ 1,67 W/m²*K
Zona Climatica E ≤ 1,30 W/m²*K
Zona Climatica F ≤ 1,00 W/m²*K

A questo link puoi scoprire tutte le caratteristiche della Synergy Hybry, mentre al seguente link  puoi approfondire tutti i dettagli delle finestre Screen.

Se hai nuove idee o nuovi progetti per il futuro, e tra questi vi è anche la scelta di una porta blindata, ricorda che potresti approfittare del Superbonus e che noi siamo pronti a guidarti nella tua scelta con la soluzione più adatta a te.

Torna al blog

BLOG

La qualità della tua vita in casa migliora anche grazie alla porta blindata

Casa, tutti in questi giorni la stiamo vivendo di più. Ci siamo abituati a rivalutare i nostri spazi, ad apprezzarli, a svolgere più attività tra le nostre quattro mura. In che modo sono cambiate le tue abitudini? C’è chi ha scoperto nuove passioni, chi ha potuto rispolverare vecchi hobbies, chi ha scelto di dedicare più tempo a se stesso o alla famiglia. Tra attività fisica, voglia di sperimentare in cucina, momenti di relax, immaginiamo che anche tu abbia pensato a come scandire il tuo tempo e a come vivere il tuo luogo di rifugio. Una cosa che avrai notato è che sentirsi al riparo nella propria abitazione è una priorità.
Per questo è importante fare scelte che garantiscano la sicurezza di tutti, come porre attenzione alla porta blindata di ingresso.

Perché una porta migliora la qualità della nostra vita? Vediamone tutti gli aspetti.

La porta è il primo serramento di casa tua

Per questo è fondamentale assicurarti a quale classe antieffrazione appartiene. Tutte le porte blindate sono identificate con una classe antieffrazione. La classe 1 è efficace contro chi utilizza solo la forza fisica per aprire una porta. Per avere un buon livello di sicurezza, la porta deve essere almeno di classe 3, significa che è difficile da scassinare per chi utilizza cacciaviti o piedi di porco.
Vuoi avere una sicurezza in più? Allora dovrai scegliere porte di classe 4, generalmente utilizzate per la protezione di case indipendenti o villette ma anche in condominio perché garantiscono maggiore protezione specialmente se non ci sono custodi o se abiti in piani da cui è più facile fare rumore senza essere sentiti e fuggire senza essere notati. Queste porte possono respingere gli attacchi di scassinatori esperti che utilizzano seghe, martelli, accette, scalpelli e trapani portatili a batteria.

La porta è la prima linea di confine tra lo spazio interno e lo spazio esterno

La sicurezza non è l’unico elemento da tenere in conto. Alcune porte blindate, oltre ad avere una classe antieffrazione pari a 3 o 4, diventano anche il tuo scudo per il mondo esterno per diversi motivi, come l’abbattimento acustico e la trasmittanza termica.

Ad esempio Le Synergy In e Out, grazie alla struttura del battente, alla guarnizione del telaio e alla presenza della soglia fissa a pavimento (Synergy-Out), costituiscono una vera barriera acustica e riducono l’ingresso e la propagazione di rumori e le dispersioni termiche, migliorando il taglio termico. Consentono di ottenere un valore di abbattimento acustico altamente performante, pari a 45dB (In) e 46 dB (Out). La versione Out, dovendo garantire prestazioni così elevate, ha una soglia fissa a pavimento alta 16 mm.
Come accennato, le Synergy offrono un efficace isolamento termico. Significa che permettono di avere in inverno meno dispersione di calore e di preservare la temperatura interna in estate, contribuendo così a incrementare il risparmio energetico ed economico. Synergy In è stata progettata con un valore di trasmittanza termica pari a 1,4 W/(m2 x K), mentre la Synergy Out raggiunge un valore di trasmittanza termica pari a 1,3 W/(m2 x K) e può arrivare fino a 0,6 W/(m2 x K).

Altra funzione della porta, è riuscire a ripararci dagli agenti atmosferici. Le porte Synergy Out Dierre hanno un ottimo livello di permeabilità all’aria, tenuta all’acqua e resistenza al carico del vento. Sono strutturate in modo da impedire eventuali infiltrazioni d’acqua o il passaggio d’aria sotto la soglia del battente. Il quarto lato dell’infisso è costituito da una parte realizzata in PVC in cui si inserisce una guarnizione e una parte in alluminio che assicura protezione ottimale.

Altro elemento da considerare è la resistenza al fuoco.
Per questo alcune porte Dierre sono realizzate con materiali in grado di resistere alle alte temperature, che impediranno a fiamme e fumo di diffondersi. Sono testate secondo norme che garantiscono la conformità a rigorosi standard e sono in grado di resistere ad alte temperature per 30, 60 o 90 minuti.

La qualità della tua vita in casa migliora anche grazie alla porta blindata

La porta è uno dei modi per rendere la vita di tutti i giorni più semplice

Inoltre anche una porta può fare spazio all’innovazione, e quindi concederti una maggiore comodità nei gesti quotidiani. Alcune porte Dierre, come ad esempio la Hibry o la nuovissima Next Elettra, sono dotate di serrature che uniscono la funzione automatica a quella manuale e offrono più praticità, senza farti rinunciare alla sicurezza. In questo modo eliminano per te il problema di ricordarti di chiudere la porta di casa e togliere le chiavi. Grazie alla connessione all’App My Door di Next Elettra, potrai utilizzare il bluetooth per aprirla, gestire gli accessi e controllarli. Questo permette di regalarti piccoli vantaggi quotidiani, ad esempio andare a correre senza le chiavi!

La porta rispecchia il nostro stile e racconta chi siamo

Infine con Dierre potrai dare alla tua porta un carattere unico, che più rispecchia te e la tua famiglia. Perché vogliamo sempre assicurarti design unico e raffinatezza con una vasta scelta di prodotti. Grazie al rivestimento modello Print Wood potrai personalizzare la tua porta nel senso più stretto: potrai scegliere tra diverse immagini da stamparci sopra oppure una foto realizzata da te. Ma non solo, potrai scegliere tra diversi pannelli in diversi colori e materiali: in allumino, adatti per l’esterno e per dare un tocco di modernità a casa tua, così come quelli Idroskin che oltre ad essere moderni garantiscono anche un buon grado di isolamento termico. Infine puoi scegliere anche tra porte in vetro o pannelli in legno massiccio con essenze di rovere, ciliegio, castagno e noce.

Dierre ti garantisce sempre l’attenzione per i dettagli, con soluzioni pulite e raffinate, la possibilità di avere porte blindate rasomuro, con cerniere a scomparsa. In più grazie all’innovazione Fast Grip puoi montare e smontare le cornici fermapannello interne con poche semplici operazioni e ottenere un risultato stiloso dal punto di vista estetico ma consentire anche un rapido montaggio e smontaggio del pannello per le manutenzioni: la scomparsa di viti e tappini lascia intonso il legno di rivestimento, valorizzandone il design.

Ora hai capito quali sono tutti i vantaggi delle porte blindate e in che modo possono migliorare la qualità della tua vita in casa! Sei pronto a scegliere la porta che fa per te?

 

Guarda il video per scoprire tutti i modi in cui le porte Blindate Dierre migliorano la qualità della vita!

Torna al blog

BLOG

La Tablet e le porte blindate di classe 3 e 4. Conosci le differenze?

Spesso si fa l’errore di pensare che le porte blindate siano tutte uguali e garantiscano lo stesso livello di sicurezza. Ma quello che bisogna sapere prima di acquistarne una per proteggere la propria casa, è che esistono le classi di sicurezza.

Dopo la fabbricazione, vengono effettuate delle prove di resistenza sulle porte e in base all’esito viene loro assegnata una classe di sicurezza. In questi test si misura il livello di resistenza in caso di effrazione o di tentativo di scasso.

Le porte blindate vengono classificate in sei classi di sicurezza, si parte dalla 1 che garantisce un livello di protezione minimo, fino ad arrivare alla 6 che garantisce una sicurezza estrema e viene utilizzata per la protezione di banche, gioiellerie, ambasciate, zone militari e impianti nucleari.

Le porte di Classe 3

Possiamo parlare di sicurezza ottimale dalla classe 3 in poi. Queste porte blindate sono difficili da scassinare per i ladri che utilizzano cacciaviti o piedi di porco. Sono adatte per appartamenti condominiali con richiesta di sicurezza media, villette signorili, uffici di edifici industriali e porte caposcala.

Le porte di Classe 4

Le porte di classe 4 sono ancora più sicure perché vengono sottoposte a test di scasso anche con strumenti elettrici e possono respingere gli attacchi di scassinatori esperti che utilizzano anche seghe, martelli, accette, scalpelli e trapani portatili a batteria. Solitamente questo tipo di porta è consigliata per la protezione di case indipendenti, villette, uffici bancari, orologerie, laboratori industriali e appartamenti condominiali che hanno un rischio di sicurezza più alto.

Dierre Tablet, una porta che assicura il massimo della sicurezza

Noi di Dierre abbiamo progettato la porta blindata intelligente che racchiude il meglio delle tecnologie di sicurezza per adattarsi a tutte le esigenze di protezione.

Tablet è adatta infatti sia a grandi complessi residenziali che a singole unità abitative.

Ha un’anima d’acciaio. La scocca consente più resistenza e rigidità all’intera struttura. La lamiera della serratura è rinforzata e sono presenti sei rostri fissi lungo il lato delle cerniere che si inseriscono nel telaio e in questo modo impediscono lo scardinamento.

La scocca è realizzata in acciaio zincato a doppia lamiera e da una serratura silenziosa a movimento ad ingranaggi composta da un cilindro ad alta sicurezza.

Nonostante sia una porta di sicurezza in acciaio garantisce un ottimo isolamento termico e acustico e consente di ottenere risparmio energetico.

La Tablet esiste sia in classe 3 che in classe 4.

Nella classe 4 sono presenti diversi rinforzi che contribuiscono a renderla più robusta. La differenza sostanziale che si nota visivamente nella Tablet di classe 4 è il deviatore triplice sul lato inferiore e su quello superiore che ancorano e bloccano saldamente la porta al telaio.

Entrambe garantiscono ottime prestazioni e possono vantare il medesimo livello di abbattimento acustico, pari a 40 dB.

Ora sai quale porta scegliere per una maggiore sicurezza in casa tua!

Torna al blog

BLOG

Prenditi cura della tua porta blindata. Un piccolo vademecum per la manutenzione

A volte ti piace cambiare la disposizione degli elementi in una stanza oppure preferisci mantenerla sempre uguale e lasciare ogni cosa al suo posto? Ti piace arredare con tanti oggetti e soprammobili oppure ami lo stile minimal?
Vivi nell’ordine oppure la tua è una casa vissuta? Qualunque sia il tuo modo di vivere la tua abitazione, siamo sicuri che ti piaccia prendertene cura.
Hai mai riflettuto su quanto sia importante anche la manutenzione della porta blindata? Essendo esposta continuamente all’ambiente esterno, al variare delle temperature, alla polvere, alla salsedine, agli agenti atmosferici, è importante attuare piccoli accorgimenti di manutenzione in modo da garantire più longevità al prodotto, infatti le guarnizioni possono disidratarsi e la porta può deformarsi danneggiando le barriere termiche e acustiche.
Una porta è composta da pannelli, telaio, serratura, guarnizioni, cerniere: ogni elemento merita la tua attenzione.

Ad esempio ti è mai capitata una di queste situazioni?

    • la porta striscia a terra lasciando dei segni (ad esempio un semicerchio)
  • la porta è pesante da muovere e non si chiude bene
  • la serratura è dura, quasi si blocca

Questi sono piccoli campanelli di allarme. Ecco perché è importante occuparsi della manutenzione almeno una volta all’anno.

D-FLU, la soluzione in un unico prodotto.

D-FLU, prodotto adatto per serrature, cilindri, deviatori, maniglioni antipanico, chiudiporta, cerniere, maniglieria, carrucole e funi di basculanti o sezionali.

Per migliorare le prestazioni dei prodotti Dierre puoi utilizzare il D-FLU, una soluzione Dierre a base di PTFE che ha la funzione di lubrificare, sbloccare e proteggere tutte le parti sensibili delle porte, perfetta soprattutto per le abitazioni localizzate in zone climatiche che favoriscono la corrosione e l’usura. Il lubrificante è stato testato e approvato dai laboratori Dierre e ha superato le prove in nebbia salina dando ottimi risultati (oltre 288 ore).
È a base siliconica, ha una fragranza profumata ed è adatto per serrature, cilindri, deviatori, maniglioni antipanico, chiudiporta, cerniere, maniglieria, carrucole e funi di basculanti o sezionali, guide per cassonetti grate e per tutti i componenti meccanici dei prodotti Dierre e dei serramenti in genere.

D-FLU è indicato in qualsiasi momento del ciclo di vita di una porta o di un suo accessorio:

  1. dà un’eccellente azione scivolante ai meccanismi normalmente sottoposti ad attrito;
  2. in caso di mancata manutenzione, agisce rapidamente sbloccandone i meccanismi;
  3. crea uno strato protettivo che previene i possibili danni causati per esempio dalla formazione della ruggine.

Mettiti all’opera e segui le istruzioni

1 – Pannelli

  • pulisci il rivestimento da polvere o altre impurità solo con acqua tiepida ed eventualmente sapone neutro
  • asciuga con cura con un panno/spugna non abrasivo
  • per rivestimenti in legno applica a pennello uno strato di ritonificante all’acqua per serramenti in legno avendo cura di asportare l’eccedenza e uniformare lo strato applicato con un panno di cotone

N.B.: non usare prodotti corrosivi, abrasivi o a base di alcool.

2 – La serratura

  • almeno ogni 6 mesi apri la serratura per far uscire i catenacci al massimo della loro estensione e procedi alla rimozione di polvere
  • prima di farli rientrare lubrifica i catenacci con olio di vaselina o qualsiasi altro prodotto siliconico a base PTFE

N.B.: non usare lubrificanti a base grafite

3 – Il deviatore o deviatore Hook

  • almeno una volta all’anno effettua una manutenzione periodica della parte mobile del deviatore: apri la porta e aziona la serratura facendo uscire il corpo del deviatore
  • pulisci con un pennello polvere e sporcizia
  • prima di farlo rientrare lubrifica il deviatore con olio di vasellina o qualsiasi altro prodotto siliconico a base PTFE

Se la tua è una porta a 2 ante allora dovresti effettuare la manutenzione anche al dispositivo di chiusura dell’anta secondaria:

  • aziona il comando e apri l’anta secondaria per far uscire il meccanismo, lubrifica leggermente con olio di vasellina o qualsiasi altro prodotto siliconico a base PTFE
  • verifica che la vite posta lateralmente al meccanismo sia regolarmente avvitata

4 – Maniglieria

Per la pulizia utilizza esclusivamente un panno di lana asciutto, senza detersivi, prodotti corrosivi, abrasivi o a base di alcool.

Torna al blog

BLOG

Cambiare conviene: le detrazioni fiscali per la tua porta blindata

L’anno è iniziato da un po’, hai già pensato a quali sono i tuoi obiettivi per il 2019?
A noi piace approfittare dei primi mesi dell’anno per osservare nuove idee delinearsi, consolidare qualche abitudine, lasciare spazio a cambiamenti piccoli e grandi. Perché in fondo crediamo che un anno che inizia sia l’opportunità per gettare delle fondamenta, mettere i primi mattoni per costruire un progetto e lasciare che prenda forma. Se hai pensato di ristrutturare casa o aumentare la sicurezza di casa tua, anche nel 2019 puoi approfittare del Bonus Casa e usufruire delle detrazioni fiscali, ovvero puoi detrarre dall’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) una parte dei costi da te sostenuti per ristrutturare la tua casa o le parti comuni dell’edificio residenziale in cui abiti.
Il Bonus Casa include i lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, restauro, i lavori straordinari per il superamento delle barriere architettoniche, la bonifica dell’amianto, l’impiantistica anti intrusione sulle singole abitazioni private e lavori per cui vi sia il miglioramento delle condizioni energetiche.

Le detrazioni fiscali in pratica

Le detrazioni fiscali sono gli importi che il contribuente ha il diritto di sottrarre dall’imposta lorda Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche).
Per i lavori effettuati sulle singole unità abitative è possibile usufruire delle seguenti detrazioni:

  • 50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2019, con un limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare
  • 36%, con il limite massimo di spesa di 48.000 euro per unità immobiliare, delle somme che saranno pagate dal 1° gennaio 2020

La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo, nell’anno in cui è sostenuta la spesa e in quelli successivi.
Il contribuente che, pur avendone diritto, non ha usufruito dell’agevolazione in uno o più anni (ad esempio, per incapienza o perché esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi), nei successivi periodi d’imposta può comunque beneficiare della detrazione, indicando in dichiarazione il numero della rata corrispondente.

Quali interventi ti consentono di beneficiare di questo vantaggio fiscale?
L’allargamento delle porte e delle finestre esterne con demolizioni di modesta entità; l’apertura di un vano porta per unire due unità immobiliari o altri locali; la nuova installazione o sostituzione di una porta blindata esterna o interna e di una inferriata; la nuova costruzione o comunque riparazioni varie e sostituzione di parti di un box auto; la ristrutturazione di una cantina con modifiche delle caratteristiche di pareti, porte e finestre e tutti gli interventi finalizzati a prevenire il rischio di furti in casa. Le agevolazioni sono rivolte ai proprietari dell’abitazione così come agli affittuari con contratto o altri titolari con diritto di usufrutto, uso, o abitazione.

I passaggi fondamentali per usufruire delle detrazioni fiscali grazie al Bonus Casa 2019 per la nuova installazione o sostituzione di una porta blindata.

Il momento della scelta
Per prima cosa scegli la tua porta blindata, affidandoti a professionisti competenti, prendendo in considerazione tutti gli elementi distintivi di una porta: classe antieffrazione, certificazione, solidità, isolamento termico e acustico, taglio termico, tecnologia del prodotto.

Il momento della decisione
Dopo aver valutato tutte le variabili e aver preso la tua decisione, arriverà il momento concreto dell’acquisto. Effettua i pagamenti tramite bonifico bancario o postale (anche ‘online’) dove risultino: la causale del versamento, il codice fiscale di chi beneficia della detrazione, il numero di partita IVA o codice fiscale di chi beneficia del pagamento. Quando vi sono più soggetti che sostengono la spesa e tutti intendono fruire della detrazione, il bonifico deve riportare il numero di codice fiscale delle persone interessate al beneficio.
Per gli interventi realizzati sulle parti comuni condominiali, oltre al codice fiscale del condominio è necessario indicare quello dell’amministratore o di altro condomino che effettua il pagamento.

Il momento della dichiarazione dei redditi
Infine provvedi alla presentazione della dichiarazione dei redditi annuale tramite il modello 730, o il modello Redditi.

Da ricordare: conserva la ricevuta del bonifico, la documentazione di addebito sul conto corrente e le fatture di acquisto. Inoltre è indispensabile anche inviare la pratica ad ENEA. Se questo è il momento di cambiare la tua porta, non ti resta che sceglierla. Altrimenti conserva questo articolo per quando sarà il momento giusto.