Torna al blog

BLOG

Under. Porta da cantina.
Protegge i tuoi sogni più nascosti (e non solo).

C’è lo spazio abitativo che viviamo tutti i giorni, nel quale passiamo svariati momenti: l’area in cui ci addormentiamo e ci svegliamo, la zona in cui mangiamo e condividiamo storie dai profumi inconfondibili, il luogo in cui ci prepariamo per la giornata, e l’area dedicata al relax. Questa è la casa che vediamo ogni giorno e che ormai conosciamo alla perfezione, e poi c’è una dimensione della casa che resta nascosta ma che contiene sogni, progetti, scorte, ricordi, elementi preziosi, oggetti ai quali siamo affezionati e che forse a volte dimentichiamo: la cantina. C’è chi ama tenerla in ordine, chi lascia che regni la confusione, ma sappiamo bene che proteggerla è importante, per questo puoi iniziare scegliendo la porta giusta.

Le porte blindate Under sono progettate per proteggere cantine, depositi, soffitte e archivi.

Se rimandi sempre il momento per ristrutturare la tua cantina, forse questo potrebbe essere quello giusto! Puoi approfittare del bonus sicurezza, cambiare la porta e usufruire della detrazione pari al 50% dell’importo totale speso. Il bonus sicurezza vale nel caso in cui ci sia un miglioramento in termini di sicurezza e quindi ad esempio se si sostituisce una porta esistente con una nuova blindata.

Perché scegliere Under?

Lo stile incontra la sicurezza: Under è una porta versatile e di design, la porta infatti non è zincata ma è grigia ed è concepita per offrire sicurezza senza trascurare dettagli estetici, inoltre ha soluzioni strutturali che favoriscono una facile installazione.

Il battente, spesso 48mm, è interamente costruito in lamiera di acciaio zincato, verniciato e nervato ed è rinforzato da traverse orizzontali a omega.

Il sistema di chiusura: una serratura ad infilare a cilindro con finitura cromata a 4 catenacci protetta da piastra anti trapano, aste telescopiche di chiusura superiore e inferiore.

Under è una porta robusta, resistente anche alle sollecitazioni più volente perché dal lato delle cerniere, i quattro rostri sono avvitati al battente.

Inoltre la presenza dell’asta telescopica di chiusura superiore e inferiore la rende ancora più sicura.

Se è arrivato il momento di riprogettare la tua cantina, vai sul sicuro scegliendo la porta Under che più ti piace!

Vuoi conoscere più dettagli della porta Under?

Scarica il catalogo

È disponibile in due modelli: monolamiera UNDER 1 o doppia lamiera UNDER 2. Entrambi i modelli possono utilizzare il telaio a morsa che permette un’installazione rapida e la rifinitura su entrambi i lati del moro, e il telaio a tubolare che comporta l’utilizzo dei tasselli a muro.

Infine Under è dotata del cilindro New Power che ha un sistema anti manipolazione brevettato e che è due volte più resistente alla rottura in mezzeria rispetto ad un cilindro in ottone.

Se vuoi avere uno schema dei bonus di cui puoi usufruire e delle porte Dierre, clicca qui!

Ora che hai scoperto Under Dierre e i relativi bonus, se vuoi approfondire l’argomento puoi scaricare la brochure! Abbiamo realizzato una guida per te con la collaborazione di esperti fiscalisti.
Scarica la guida

Vuoi sapere dove trovare i prodotti Dierre nel punto vendita più vicino? Scopri i nostri rivenditori autorizzati al seguente link: locator.dierre.com

Vuoi avere informazioni aggiuntive su come usufruire del bonus e sui nostri prodotti? Contattaci!




Oppure chiamaci e chiedi di parlare con l’Ufficio Marketing 0141 949411

Torna al blog

BLOG

Con Dierre la sicurezza entra in casa tua: le casseforti

Dierre è il solo produttore al mondo di porte e portoni che produce in modo autonomo ogni singolo componente nel settore ferramenta.

Questo significa che prestiamo un’attenzione quasi artigianale per quello che produciamo, tenendo come pilastri fondamentali i nostri valori: tecnologia, ricerca stilistica e versatilità.

Seguiamo tutto il processo produttivo: sviluppiamo cilindri con meccanismi brevettati anti manipolazione, chiavi create con una tecnologia che si ispira al mondo automotive e serrature, a cilindro e doppia mappa, che superano severe prove anti manipolazione.

La nostra missione è quella di farti sentire al sicuro nella tua abitazione e questo non lo facciamo solo attraverso le nostro porte blindate, ma anche mettendo a tua disposizione una vasta gamma di casseforti! Se devi custodire oggetti preziosi, somme di denaro o qualsiasi altro bene che vuoi tenere al sicuro, puoi contare su di noi. Ma come scegliere la cassaforte perfetta per le tue esigenze?

Se vuoi occupare poco spazio, puoi scegliere una cassaforte a muro, anche più facile da nascondere.

Se invece non vuoi incassare la cassaforte nel muro, esistono soluzioni diverse: una cassaforte esterna che può essere ancorata alla parete o al pavimento.

Come soluzioni alternative esistono ancora casseforti da appoggio, quindi più facilmente trasportabili in caso di trasloco o di periodi prolungati in cui si sta fuori casa.

In ogni caso Dierre ti dà la possibilità di scegliere le casseforti della misura e della profondità che preferisci!

 

Le soluzioni Dierre

 

Casseforti da incasso

 

STAR PLUS – Una scelta che non ti fa rinunciare a niente

È il modello più prestigioso delle casseforti Dierre. La struttura è resistente all’effrazione e ha un doppio rinforzo grazie ad una corazza di acciaio al manganese. Come sempre, anche in questo caso non rinunciamo al design: i dischi combinatori sono uniti ad accostamenti di colore e soluzioni grafiche d’impatto.

Lo spessore della portina è di 10mm ed è più robusta grazie al trafilato con struttura speciale per Dierre.

Le chiavi sono dotate di custodia protettiva contro l’usura della mappatura.

 

STAR DGT – La tecnologia prima di tutto

La struttura è brevettata resistente all’effrazione, la tastiera è digitale ed è unita ad accostamenti di colore d’impatto. Il trafilato con struttura speciale per Dierre, la rende più robusta. La serratura è antistrappo e lo spessore della portina di 8mm. Questa cassaforte viene fornita con la chiave d’emergenza meccanica, da usare nei casi estremi.

L’azionamento dei pistoni di chiusura è comandato da una manopola che nella rotazione li fa rientrare o fuoriuscire. La riferma è data dal combinatore elettronico, azionato dalla tastiera.

Il sistema di chiusura può quindi avvenire attraverso un codice oppure con la chiave.

 

Cassaforti esterne

HOTEL  – La soluzione perfetta per le strutture alberghiere

Può essere fissata a parete o al pavimento e si rivela utile per gli hotel, perché unisce pratica e sicurezza. Anche in questo caso la serratura è antistrappo. Il trafilato con struttura speciale per Dierre, rende la portina di 8mm più robusta, ed è integrata al telaio per una maggiore sicurezza.

BASIC – La comodità incontra la tecnologia

Cassaforte a vista, si adatta in qualsiasi ambiente e, grazie ai suoi 4 tasselli, è possibile fissarla alla parete o al pavimento. Come le altre è dotata del trafilato speciale per Dierre che la rende più robusta e più resistente all’attacco allo sfondamento. La serratura è antistrappo, lo spessore della portina di 8 mm ed è integrata al telaio.

 

TYPE M – Design e sicurezza

Eleganza e protezione, ecco perché la TYPE-M è una cassaforte affidabile. La serratura è dotata di un sistema brevettato antistrappo, il tassello della serratura è in acciaio temperato, il telaio in acciaio profilato e la battuta della portina in acciaio profilato saldato. Anche in questo caso lo spessore della portina è di 8 mm ed è integrata al telaio.

 

Tutte le casseforti Dierre sono verniciate con color nero bruciato, simile al RAL 9005 e sono facilmente lavabili da eventuali tracce d’intonaco.

Inoltre sono disponibili con queste tipologie di apertura: chiave, chiave e combinatore, o solo combinatore.

Se smarrisci la chiave della tua cassaforte, non preoccuparti! Grazie al blocchetto intercambiabile esclusivo Dierre, sarà possibile cambiare il nucleo della serratura e avere una nuova cifratura.

Prima di scegliere la tua cassaforte, pensa bene per cosa la vuoi utilizzare, cosa vuoi mettere al sicuro, e dove vuoi posizionarla. Dierre ha tutte le soluzioni per te!

 

Guarda il video per scoprire tutti i nostri componenti del mondo Ferramenta!

Dierre: un partner unico per ogni dettaglio della sicurezza

Torna al blog

BLOG

Tecnologia, Sicurezza e Design TUTTO IN UNA CHIAVE

Scopri come aprire e chiudere una porta blindata di nuova generazione!

dierre-jack-key

Quando cerchi una porta per casa tua, devi riuscire a prendere in considerazione diversi aspetti. Una porta è composta da elementi che spesso passano inosservati e sui quali non ci si sofferma. Noi di Dierre produciamo in modo autonomo tutti i componenti, anche quelli di ferramenta, per questo riusciamo a soddisfare qualsiasi esigenza e a mettere sul mercato, anche a livello internazionale, porte di grande qualità.

In 45 anni, 15milioni di famiglie in Italia e nel mondo hanno scelto le nostre porte grazie a una rete di oltre 5000 rivenditori. Infatti ogni anno produciamo 200 mila porte di sicurezza, 80 mila porte da interni, 300 mila serrature e casseforti e 25 mila basculanti, sempre mettendo in primo piano la tecnologia più avanzata senza rinunciare a quella particolare attenzione e cura artigianale, testimonianza di una lunga tradizione e dell’amore per le cose fatte bene.

Questo ci ha portato a progettare nuovi sistemi per governare l’apertura di porte di ingresso e a proporre chiavi che si ispirano alla tecnologia automobilistica e non solo, disponiamo di vere e proprie chiavi virtuali che sfruttano strumenti di uso quotidiano come smartphone. I nostri capi saldi sono: ricerca stilistica, versatilità, e tecnologia.

 

Le chiavi meccaniche Dierre

Vuoi la comodità anche quando entri in casa tua? Scopri le nostre chiavi meccaniche!

JACK KEY – Pensi che sia della tua auto? No, è la chiave di casa tua!

Chiave cifrata e ripieghevole, caratterizzata dalla forma di grande design. Proprio come le chiavi della macchina infatti ha un’apertura a scatto integrata.

Si abbina al cilindro di alta sicurezza New Power.

 

EASY KEY – Versatilità e comodità in una chiave!

 

Una chiave tradizionale con trasponder passivo, per aprire elettronicamente la serratura quando si è vicini alla porta.

Può essere abilitata all’apertura sia elettrica che manuale e puoi utilizzarla:

  • come chiave padronale – per la gestione di tutte le funzioni elettroniche (es. la registrazione di nuove chiavi)
  • come chiave di servizio – per le sole operazioni di apertura e chiusura della porta

Si abbina al cilindro di alta sicurezza D-Up.

 

EASY KEY FOB – Per dare il benvenuto alla domotica

Una chiave telecomando, configurabile con l’app My Door.

Oltre alle chiavi meccaniche, per offrirti sempre più comodità, mettiamo a tua disposizione altri metodi di apertura, come ad esempio la KEY CARD, una card con microchip incorporato delle dimensioni di una normale carta di credito, il lettore biometrico di impronte digitali e il tastierino numerico.

  

I cilindri ad alta sicurezza

Le chiavi meccaniche sono sviluppate partendo dalla tecnologia e dal design e sono progettate per adattarsi ai cilindri D-Up e New Power.

Questi cilindri sono caratterizzati da:

  • Meccanismo desmodromico anti-bumping, significa che quando la chiave viene inserita nel cilindro, le gorges assumono un’unica posizione consentita, che corrisponde alla codifica della chiave e in questo modo la tecnica di scasso detta bumping, è inefficace.
  • Meccanismo di trappola anti manipolazione (brevettato)
  • Prolunga in acciaio ad alta resistenza per modularità
  • Elementi mobili di blocco
  • Protezione anti trapano
  • Accoppiamento arrotondato (brevetto di protezione della chiave grezza)

 

Per darti ancora più comodità, ti basterà inserire la chiave all’interno del cilindro senza pensare a quale sia l’orientamento corretto, infatti i due lati della chiave sono ambivalenti!

 

Vuoi aggiungere più sicurezza alla porta di casa tua? Scegli il defender innovativo, il D-Fendy, che aumenta la protezione ai tentativi di effrazione, e mantiene inalterata l’estetica e l’eleganza della porta.

Il D-Fendy è disponibile come extra su tutte le nuove porte blindate ed è compatibile con i cilindri descritti sopra. È costituito da una sottoplacca in alluminio che viene direttamente fissata sulla porta.

Anche in questo caso abbiamo lasciato spazio all’evoluzione è abbiamo progettato il D-Fendy Plus, un defender di nuova generazione che garantisce ancora più protezione ad esempio nei tentativi di scasso con il trapano.

 

 

Una porta sul futuro: l’APP MY DOOR

Il nostro sguardo è sempre sull’innovazione, per questo abbiamo progettato Next Elettra: una serratura elettronica composta semplicemente da un led, che si controlla con l’App MyDoor.

Con un’interfaccia semplice e intuitiva, è integrata ad un dispositivo bluetooth. Ti basterà azionare l’apertura e la chiusura dal tuo smartphone, inoltre dall’App potrai controllare gli accessi, avere indicazione d’allarme e comunicare con Dierre per valutare le condizioni della porta o per la manutenzione.

Il sistema evoluto di Next Elettra si abbina a modelli di porte Dierre di grande prestigio, come ad esempio Sleek, la nuova porta blindata rasomuro con cerniera a scomparsa Macron 5.0 che trae ispirazione dall’ingegneria aeronautica ed apertura a 180 gradi.

 

Guarda il video per scoprire tutti i nostri componenti del mondo Ferramenta!

Dierre: un partner unico per ogni dettaglio della sicurezza

Torna al blog

BLOG

Marcatura CE. Noi ci siamo. Tutto quello che devi sapere

Scegliere prodotti certificati, sicuri e di cui potersi fidare non sempre è un processo immediato.
Questo vale quando dobbiamo fare un acquisto, e anche quando dobbiamo valutare quali strumenti di sicurezza installare, come le porte, e abbiamo diverse opzioni.
Per questo noi di Dierre vogliamo dare la garanzia di offrire sempre il meglio.

Cos’è il marchio CE?

È un marchio obbligatorio di Conformità Europea che garantisce al consumatore la conformità del prodotto alle disposizioni della Comunità Europea che regolamentano il ciclo di vita del prodotto, dalla progettazione alla fabbricazione e la sua immissione nel mercato.

Quando è obbligatoria la marcatura CE?

Per qualsiasi prodotto da costruzione che rientri nell’ambito di applicazione di una norma armonizzata o per il quale è stata rilasciata una valutazione tecnica europea, quindi per le porte tagliafuoco, finestre e porte esterne pedonali, porte e cancelli industriali commerciali e da garage.
Le porte interne, invece, non rientrano nel campo di applicazione di una norma armonizzata e quindi non possono essere oggetto di marcatura CE.

Come si ottiene il marchio CE?

Per prima cosa il fabbricante deve soddisfare i requisiti della norma armonizzata di riferimento per il prodotto da marcare e tale verifica è a cura di un ente terzo che in caso positivo rilascia il certificato di costanza di prestazione, il produttore deve quindi redigere una Dichiarazione di Prestazione (DoP) conformemente al Regolamento UE che fissa le condizioni per la commercializzazione dei prodotti da costruzione, in seguito può essere esposta la marcatura CE.
Quindi se non si è in possesso del certificato di costanza di prestazione o se la DoP non viene redatta, la marcatura CE non può essere esposta. Una volta che il prodotto viene marcato CE, il fabbricante dichiara di assumersi la responsabilità della conformità del prodotto alla Dichiarazione di Prestazione.

Vediamo nel dettaglio il procedimento per ottenere la marcatura CE:

  • Si sceglie un prodotto tipo, identificativo di ogni famiglia, e si eseguono diversi test (ad esempio il test della resistenza al fuoco)
  • Si analizza il sistema aziendale, tenendo presenti le norme alle quali è necessario adattarsi e per poter garantire una ripetibilità della produzione
  • Un ente terzo verifica che il sistema e la documentazione siano conformi e che si possa rilasciare il certificato di costanza della prestazione
  • A questo punto è possibile marcare il prodotto specifico che è stato testato, con il marchio CE
  • Si eseguono dei nuovi test per poter sviluppare delle varianti di prodotto e ottenere estensioni legate alle norme cosiddette EXAP

Sul prodotto marcato CE, Dierre applica un adesivo, in modo che il consumatore possa riconoscerlo velocemente e sia informato.
Concludendo, bisogna ricordare che vi sono due documenti importanti legati alla marcatura CE: il Certificato di Costanza di Prestazione e la Dichiarazione di Prestazione DoP.
Il Certificato di Costanza della Prestazione è rilasciato da un organismo notificato indipendente e dimostra la capacità del fabbricante di soddisfare le disposizioni del Regolamento UE 305/201, in seguito all’esito positivo sulle seguenti attività:

  • ispezioni iniziali dello stabilimento di produzione
  • sorveglianza e verifiche continue del controllo della produzione in fabbrica
  • controllo di campioni prelevati prima dell’immissione del prodotto sul mercato

La Dichiarazione di Prestazione descrive la prestazione del prodotto in relazione alle caratteristiche essenziali definite dalle specifiche tecniche armonizzate.

Quando scegli un prodotto Dierre, ricorda che è fondamentale che il progettista abbia chiara la collocazione del medesimo in modo da poter indicare se la porta è per esterni o per interni. Il progettista deve infatti avere chiara la destinazione d’uso del prodotto. Se hai bisogno di chiarimenti o ritieni che il tuo prodotto rientri in un caso “dubbio” puoi contattare il tuo riferimento Dierre.

La marcatura CE è diventata obbligatoria novembre del 2019. In definitiva, consente a te che devi scegliere un prodotto, di poter avere una garanzia in più, e a noi di assumere maggiori responsabilità e di dare valore non solo al prodotto ma a tutta la filiera.

Torna al blog

BLOG

La chiave bulgara, cambiare la serratura o la porta?

Casa è il luogo nel quale vogliamo sentirci al sicuro, ma cosa fare quando questo fattore viene minacciato? Attrezzarsi in modo da evitare effrazioni è essenziale. Sebbene i furti siano in calo dal 2014, è bene essere informati su questa tematica. Secondo il Ministero dell’Interno infatti nel 2014 i furti stimati sono stati pari a 255.866 mentre nel 2017 la cifra è arrivata a 195.824 e nel 2018 è scesa ulteriormente, arrivando a 191.374.

Cos’è la chiave bulgara?

L’utilizzo della chiave bulgara consente a malintenzionati di effettuare effrazioni in modo semplice. È infatti uno strumento che permette di riprodurre il profilo della chiave di una serratura a “doppia mappa” senza avere la chiave originale e senza smontare la serratura della porta blindata. Questo tipo di effrazione fa parte degli attacchi cosiddetti di “manipolazione” e non prevede nessun tipo di danno alla serratura.

Come difendersi dalla chiave bulgara?

Le scelte sono due: o si cambia la serratura, oppure si cambia la porta.
Su quale delle due è meglio far ricadere la propria decisione? Tutto dipende dalle esigenze del momento, dal tipo di porta installata, dal luogo nel quale si vive (appartamento o villetta) e dal risultato che si vuole ottenere.
Bisogna tenere conto del fatto che negli ultimi 10 anni le prestazioni delle porte sono cambiate in modo sostanziale.
Ci sono diverse variabili da tenere a mente che incidono non solo sulla sicurezza all’interno della propria abitazione, ma anche su una migliore qualità di vita:

  • livello di sicurezza, variabile che classifica l’insieme porta nei confronti di un tentativo di effrazione distruttivo. In funzione del luogo da proteggere deve essere scelte il livello. I test che definiscono questi valori vengono realizzati secondo norme europee da laboratori accreditati e super partes.
  • isolamento acustico, variabile da considerare nel caso in cui si viva in appartamento, in quanto permette di tenere fuori tutti i rumori fastidiosi.
  • isolamento termico, fondamentale per creare un buon risparmio energetico ed economico.
  • tagliafuoco, per fornire una maggiore protezione in caso d’incendio.
  • domotica, perché viviamo in un mondo in cui la tecnologia consente di semplificare alcuni aspetti della vita quotidiana.
  • estetica, elemento da tenere in considerazione che permette di integrare la porta nel design di una casa. Si potranno scegliere infatti suggestive soluzioni estetiche, per esempio con cerniera a scomparsa.

Se si vuole ottenere un maggior livello di sicurezza e non rinunciare alle prestazioni sopra citate, allora la soluzione più indicata sarà cambiare la porta. Dierre permette di farlo nel modo più semplice: basterà togliere l’anta e il telaio e sostituirli per montare una porta di nuova generazione.

Se invece, l’esigenza è di aumentare esclusivamente il livello di sicurezza, cambiare la serratura può essere una soluzione.
La serratura può essere a doppia mappa o a cilindro.
Se è a doppia mappa, Dierre permette di integrare Lock Trap System, un sistema che è resistente al grimaldello bulgaro e che entra in funzione appena lo strumento viene inserito nella serratura impendendo così l’ingresso del malintenzionato nell’abitazione.
Se la serratura è invece a cilindro, Dierre offre il Lock Blocking System, una serratura ad ingranaggi dotata di un sistema che blocca i catenacci in sicurezza impedendo ai malintenzionati di aprire la serratura nel caso avvenga un attacco distruttivo. In abbinamento alla serratura a cilindro è possibile montare i prodotti Dierre New Power o D-Up, anch’essi dotati di trappole contro la manipolazione e con la fondamentale caratteristica di essere antibumping.

Dierre offre diverse opportunità per quanto riguarda la scelta della serratura. Infatti è possibile abbinare una serratura a doppia mappa con una a cilindro e avere più sicurezza.
Inoltre, un altro elemento da valutare è la scelta della porta elettronica: tale soluzione garantisce che la porta sia sempre in sicurezza chiudendosi da sola ogni volta che viene accostata. In questo caso Dierre offre l’opportunità di coniugare in un’unica serratura la funzione automatica e quella manuale.

Valuta bene se la tua porta è vecchia o recente, e poi scegli se cambiare porta o serratura in base alle tue esigenze!

Torna al blog

BLOG

Le porte per alberghi. Sicurezza tagliafuoco e abbattimento acustico per un maggior comfort nelle
stanze d’albergo.

Per sentirsi protetti anche in caso di incendio, è importante scegliere una porta tagliafuoco. Abitazioni, condomini, ristoranti, centri commerciali, cinema, alberghi ed edifici pubblici possono tutti affidarsi a Dierre in modo da essere attrezzati con la porta giusta e di ottima qualità.

Le chiusure antincendio Dierre sono testate per la resistenza al fuoco secondo la norma europea EN 1634-1, e i prodotti sono classificati EI30, EI60, EI90, EI 120. Il termine EI identifica la capacità di un prodotto di conservare alcune caratteristiche per il tempo prestabilito: 30, 60, 90 minuti o 120 per le porte in acciaio solo tagliafuoco.

Opera Disuper, la nuova porta per alberghi con altissime prestazioni

Le porte Dierre Opera sono ideali per gli alberghi e sono le prime a norma UNI 1634 con certificato per il montaggio su pareti in cartongesso antifuoco.

Nelle Opera DISUPER, il riempimento interno in più strati di vari materiali garantisce alte prestazioni in termini di tagliafuoco e isolamento acustico.

Questi modelli dispongono infatti di una certificazione EI30 e EI60.

La DISUPER 30 garantisce una resistenza al fuoco di 30 minuti e ha un abbattimento acustico di 42 dB.

La DISUPER 60 assicura invece una resistenza al fuoco di 60 minuti e arriva ad un altissimo abbattimento acustico: 47 dB.

Tra la battuta inferiore e il pavimento, viene montata la soglia mobile automatica che assicura più protezione da correnti d’aria, odori e fumi.

Vediamo nel dettaglio com’è composta:

Lo stipite ha un telaio con profilo a battuta su tre lati: vi è un massello in legno di listellare e coprifili in multistrato di larghezza variabile.

Le cerniere sono di tipo a scomparsa reversibili portanti, di cui le due superiori ravvicinate per garantire una tenuta maggiore.

Il battente ha uno spessore di 64 mm ed è realizzato con intelaiatura perimetrale in legno massello su quattro lati. Sulla parte superiore e sui montanti verticali dell’anta vi è una guarnizione termo espandente e sul dorso inferiore una doppia soglia mobile.

L’anta e il telaio sono verniciati con finitura trasparente satinata oppure laccati con vernice poliuretanica opaca.

Inoltre tutte le porte Opera sono provviste di una targhetta di identificazione sul lato della serratura che contiene tutti i riferimenti della porta, come il numero di serie e il numero di omologazione.

Ora che hai letto tutte le caratteristiche della porta Opera Disuper, sai che per noi di Dierre garantire la massima protezione, è una prerogativa irrinunciabile.

Torna al blog

BLOG

Le dichiarazioni di prestazioni DoP, una sicurezza in più per te che scegli una porta blindata

Come essere sicuro di mettere in casa tua una porta dalle prestazioni elevate e garantite? La norma EN 14351-1 obbliga i produttori di porte pedonali per esterni ad applicare il marchio CE sul prodotto. Questa norma rappresenta una garanzia in più per te, perché include diverse normative che implicano di testare e classificare i prodotti analizzando le diverse prestazioni, così tu puoi essere sicuro di scegliere il meglio.

Da luglio del 2013 tutti i prodotti da costruzione marchiati CE devono disporre di un ulteriore documento chiamato Dichiarazione di Prestazioni: DoP (Declaration on Performance).
La DoP raccoglie tutte le informazioni essenziali legate al prodotto e alla sua rintracciabilità e ne evidenzia le prestazioni tra cui:

  • Permeabilità all’aria
  • Tenuta all’acqua
  • Resistenza al carico del vento
  • Abbattimento acustico
  • Trasmittanza termica
  • Antieffrazione

La porta per essere classificata nelle classi antieffrazione viene sottoposta a diverse prove. Scopriamole nel dettaglio:

Prova di carico statico

Viene effettuato un tentativo di apertura/rottura dei vari componenti con applicazione di un carico statico con pistoni meccanici in specifici punti. Se durante la spinta non si crea uno spazio utile per il passaggio di una determinata dima, la prova è superata.

Prova di carico dinamico

In questo caso viene effettuato un tentativo di apertura/rottura dei vari componenti con l’applicazione di un carico dinamico per esaminare la stabilità contro il colpo di spinta. La prova è superata solo se dopo la spinta non si crea un varco che consente il passaggio di una persona.

Attacco manuale

In questo caso viene effettuato un tentativo di apertura/rottura dei vari componenti con l’applicazione di un carico dinamico per esaminare la stabilità contro il colpo di spinta. La prova è superata solo se dopo la spinta non si crea un varco che consente il passaggio di una persona.

In seguito al tentativo di apertura tramite un attacco manuale dell’operatore, si valuta se la porta è in grado di resistere o meno. Quest’ultima prova, dipendendo dalla forza e dall’esperienza dell’operatore, è la meno oggettiva delle 3.

Synergy In, una porta, tanti modi di proteggerti.

La porta Dierre Synergy In integra e potenzia l’azione di differenti caratteristiche tecniche e garantisce un eccellente abbattimento acustico, isolamento termico, resistenza all’effrazione e resistenza al fuoco.

Isolamento termico e acustico

Grazie a un efficace isolamento il tuo risparmio energetico ed economico aumenterà.

Synergy In è stata progettata con un valore di trasmittanza termica pari a 1,4W/ (m2 x K). La guarnizione del telaio, la doppia lamina parafreddo e i tappini no air aumentano il livello di isolamento termico e allo stesso tempo permettono di ottenere un valore di abbattimento acustico di 45 dB. La tua casa così avrà sempre temperature ottimali e sarà protetta dall’intrusione di rumori fastidiosi.

Resistenza all’effrazione

Dierre è leader mondiale delle chiusure di sicurezza, infatti le porte Synergy In grazie a sofisticate soluzioni anti intrusione, ha il certificato antieffrazione di Classe 3 e, a richiesta, di Classe 4. I rostri Shild in acciaio trafilato impediscono lo scardinamento dell’anta, in più è possibile inserire il defender D-Fendy che aumenta il livello di protezione della serratura accrescendo la tua sicurezza.

Resistenza al fuoco

Synergy In può essere realizzata in modo da conservare, a fronte di un incendio, alcune caratteristiche per un tempo stabilito e bloccare le fiamme limitando le temperature sul lato non a contatto diretto con il fuoco, quindi sul lato freddo.

Ecco perché, se scegli Dierre, la tua sicurezza aumenta!

Torna al blog

BLOG

La chiave della sicurezza: tutto sulla serratura a cilindro

Ognuno di noi desidera sentirsi protetto tra le mura della propria abitazione.
Una componente fondamentale per garantire e aumentare il livello di sicurezza della porta blindata è la scelta della serratura.
Capiamo per prima cosa in che modo sono strutturate le porte blindate: sono formate da una doppia lastra d’acciaio nel cui spessore sono collocati gli elementi che fanno la sicurezza, tra cui la serratura. Le porte sono caratterizzate dalla presenza di un telaio, più il sistema di ancoraggio di quest’ultimo al muro è robusto, maggiore sarà la sicurezza.
Le serrature di sicurezza possono avere più punti di bloccaggio intorno al perimetro della porta e possono essere dotate di piastre antitrapano, di trappole anti manomissione e di sistemi di protezione del cilindro.
Esistono diversi tipi di serrature, le più comuni sono quelle a doppia mappa e quelle a cilindro. Se si confrontano serrature di tipologia differente ma di pari livello si può dire che non ce ne sia una migliore dell’altra, ogni tipologia ha pro e contro che vanno valutati alla scelta del prodotto in base alle proprie necessità.

La serratura a cilindro

È composta da 2 parti: la serratura ed il cilindro, che non possono funzionare separatamente.
La serratura è la struttura mentre il cilindro è il cuore che comanda il sistema.
Cosa garantisce?

  • Se dotata di una buona protezione risulta robusta e quindi resistente ad attacchi di forza di tipo distruttivo
  • È compatta e adatta ad essere utilizzata anche in spazi ristretti, come sulle cornici di porte a vetri
  • Si adatta a qualsiasi tipo di esigenza: in base alla combinazione di serratura e cilindro puoi ottenere soluzioni più sicure o più economiche, con chiavi semplici o di design
  • Il cilindro è facilmente sostituibile sulla serratura

Il defender è una protezione in acciaio, generalmente di forma cilindrica, che ha il compito di proteggere il cilindro.
Viene fissato sulla porta attraverso viti passanti all’interno della serratura.

A cosa serve il defender?

  • Permette di proteggere la porta dai tentativi di spezzamento del cilindro e dagli scassi di tipo distruttivo
  • È progettato per essere perfettamente compatibile con il cilindro

La sicurezza dipende anche dai più piccoli dettagli:

  • Deviatore Hook: comandato dalla serratura, si inserisce nel telaio e, compiendo una rotazione parallela di 90 gradi, ancora e blocca saldamente l’anta al telaio
  • Rostro Shield: in acciaio sagomato zincato bianco, posti lungo il lato delle cerniere, a battente chiuso si inseriscono nelle cavità corrispondenti sul telaio, così da impedire lo scardinamento dell’anta.
  • Asta Superiore: un punto di chiusura ulteriore è dato dall’asta telescopica di chiusura superiore
Torna al blog

BLOG

L’ABC della sicurezza: la differenza tra classificazione e certificazione

Quando apri la porta di casa, entri in un ambiente ideale in cui rifugiarti con le persone che ami, in un luogo in cui costruisci le tue storie più grandi e trovi riposo e conforto. Ma casa è anche protezione. Ecco perché abbiamo bisogno che sia un luogo sicuro e la scelta della porta blindata ha un ruolo decisivo in tutto questo.

Prima di acquistare una porta blindata bisogna comprendere che certificazione e classificazione non sono la stessa cosa.

La classe non è tutto

Partiamo dalle basi, cioè dalla “classificazione”. Tutte le porte blindate di sicurezza sono identificate con una classe antieffrazione. Il fabbricante fa testare il prodotto da un laboratorio di prova, che lo sottopone a tre prove di resistenza. In base ai risultati raggiunti, la porta assume una delle sei classi di sicurezza.
Maggiore è la classe antieffrazione, maggiore è la sicurezza.
Un esempio?
La classe 1 è efficace contro chi utilizza solo la forza fisica per aprire una porta. Le porte di classe 5 vengono utilizzate in banche o gioiellerie e in questo caso per aprirle lo scassinatore deve usare attrezzi elettrici come trapani e mole a disco.
La classificazione non comprende alcun controllo sulla produzione. I risultati dichiarati dal laboratorio di prova, infatti, si limitano soltanto all’esemplare di prodotto testato.
La classificazione non è una garanzia tecnica.

Oltre la classificazione, la certificazione

La certificazione è una garanzia tecnica continuativa nel tempo, rilasciata da un ente terzo, l’Organismo di Certificazione che ogni anno si occupa di eseguire un’analisi tecnica del prodotto e del processo produttivo.
In breve come avviene?

  • L’ente terzo raccoglie la documentazione tecnica che identifica la serie di prodotti che devono essere certificati ed esegue l’analisi
  • si reca presso le unità produttive del fabbricante, e verifica che tutto sia conforme a quanto dichiarato nei rapporti di prova
  • riunisce il comitato tecnico che riesamina la pratica e delibera l’emissione del certificato
  • effettua un controllo continuativo nel tempo

Porta classificata o certificata?

Riassumendo, l’acquisto di porte blindate certificate e non solo classificate fornisce al consumatore finale una maggior garanzia sul prodotto essendo il controllo eseguito in modo continuativo e non una tantum su tutto il processo di fabbricazione della linea di prodotti e sulla documentazione tecnica inerente.
Ecco come riconoscere una porta classificata da una certificata.
Se la porta è dotata di certificazione, sarà marcata con il logo dell’Organismo di Certificazione, indicativamente posto sotto il Marchio CE.
Se la porta è classificata ma non certificata si troverà una scritta di questo tipo:

CLASSE ANTIEFFRAZIONE 3
SECONDO LA NORMATIVA EN 1627
IN LABORATORIO “NOME DEL LABORATORIO”

Ora sai come scegliere una porta blindata.

Torna al blog

BLOG

Stile e affidabilità.
Perché scegliere una porta blindata tagliafuoco

Chiunque si sia trovato a progettare o arredare casa propria si sarà accorto che ogni dettaglio svolge un ruolo fondamentale per creare un ambiente ideale.
Non solo è importante scegliere dettagli che siano maggiormente in accordo con il nostro stile, altro elemento fondamentale è creare ambienti che siano sicuri, ecco che allora ogni scelta svolge un ruolo decisivo.
Nei negozi, scuole, ospedali, centri commerciali, cinema e teatri vengono utilizzate porte tagliafuoco, è possibile far entrare lo stesso livello di sicurezza anche dentro le proprie abitazioni.
La maggior parte delle volte è richiesta una certificazione tagliafuoco nei condomini che si sviluppano in altezza, nelle grandi città metropolitane o, situazione più frequente e da proteggere, quando una porta blindata deve mettere in sicurezza l’ingresso dal garage e separa appunto quest’ultimo dall’abitazione. Cosa garantisce una porta tagliafuoco? È realizzata con appositi materiali in grado di resistere alle elevate temperature che si possono raggiungere durante un incendio, proprio per evitare che le fiamme e il fumo si possano diffondere in altri ambienti ricchi di ossigeno.

La differenza in poche lettere

Certificazione EI2 30, 60, 90, 120. Il termine “EI” sigla la capacità di un prodotto di conservare, di fronte all’attacco del fuoco, alcune caratteristiche per un tempo stabilito: 30, 60, oppure 90 minuti. Se parliamo di una porta blindata tagliafuoco il massimo dei minuti di resistenza al fuoco sono 90, mentre quando ci riferiamo a una porta in acciaio solo tagliafuoco siamo in grado di raggiungere anche i 120 minuti.

Ogni lettera si riferisce a una diversa caratteristica:
“E” indica la tenuta, quindi la capacità di non produrre né lasciare passare fiamme.
“I” indica isolamento termico, quindi la capacità di ridurre la trasmissione del calore.
Di conseguenza, si definisce “E” una porta che conserva la propria stabilità ed è in grado di bloccare fumi caldi e fiamme ed “EI” un prodotto che, oltre alle qualità precedenti, limita la trasmissione del calore fino a un massimo di 180°C sul lato non a contatto diretto con il fuoco (ovvero lato freddo). La temperatura sul lato freddo massima ammissibile entro il tempo certificato per EI2 è 180°C sull’anta e 360°C sul telaio.

Una garanzia in più

Le porte Dierre sono omologate per la resistenza al fuoco secondo la norma europea EN 1634-1 e la norma di classificazione EN 13501-2, in vigore in Italia e in Europa, rilasciate in seguito a test specifici che garantiscono la conformità a rigorosi standard.
In più, oltre alla massima sicurezza, potrai scegliere sempre tra una vasta gamma di accessori, colori e materiali che rispondano alle tue esigenze architettoniche.