Torna al blog

BLOG

I vantaggi di una porta in acciaio zincato a caldo

Hai mai pensato ad una porta blindata come ad un prodotto quasi ingegneristico? Deve essere in grado di garantire protezione, isolamento termico e acustico, soddisfare le esigenze di design e molto altro.

Proprio per questo è importante che venga fabbricata prestando particolare attenzione a diverse componenti, bisogna studiare e selezionare i materiali con i quali produrla, senza trascurare i dettagli. Tutta la struttura della porta deve essere realizzata con materiali resistenti in grado di garantire durabilità nel tempo e buona tenuta contro gli agenti atmosferici.

Di conseguenza, anche nella scelta di una porta blindata non basta farsi guidare esclusivamente dal proprio gusto estetico ma è necessario prendere in considerazione diverse variabili e informarsi in modo approfondito sul modo in cui è stata costruita.

Perché le porte Dierre sono diverse dalle altre?

Per capirlo è necessario comprendere bene come è composta una porta. La prima cosa da sottolineare è che le porte Dierre sono fatte in acciaio zincato a caldo e in legno, due elementi che insieme danno vita al prodotto perfetto.

L’acciaio zincato e non elettrozincato, oltre ad aumentare la sicurezza, incrementa la durabilità del prodotto, consente alle cromature di non arrugginire e riduce l’impatto della salinità nei luoghi esposti al mare.

Proviamo a scomporre una porta. La struttura principale è data dalla scocca, paragonabile ad una scatola chiusa solo da un lato o da entrambi i lati, a seconda che si parli di monolamiera o doppia lamiera: su di essa sono installati la serratura, il cilindro, l’asta superiore, il deviatore, i rostri posteriori di chiusura e le cerniere.

Schema di una porta in acciaio zincato a caldo

La porta monolamiera, ha un solo foglio di lamiera e ha omega rettangolari, ricoperti poi dal pannello di rivestimento in legno, impiallacciato, alluminio e altri materiali, senza un ulteriore strato protettivo. L’anta è spessa circa 63 mm ed composta da una scatola in acciaio zincato di spessore 9/10 e da tre omega di rinforzo di spessore 9/10.

La doppia lamiera invece ha omega triangolari e rinforzati. In questo caso il secondo foglio di lamiera chiude la scocca e viene ricoperto dal pannello di rivestimento in legno, impiallacciato, alluminio o altri materiali. L’anta è spessa circa 63 mm, ed è composta da acciaio zincato di spessore 9/10, al suo interno sono presenti delle omega di rinforzo di spessore 12/10 e del polistirolo ad alta densità con proprietà atermiche di coibentazione.

Dierre ha anche brevettato una porta a doppia lamiera evoluta.

Queste porte non sono a monolamiera e neanche semplicemente a doppia lamiera ma sono innovative perché sono composte da materiali brevettati Dierre e sono ricoperte da due fogli di lamiera in acciaio zincato, che vengono saldati con una saldatura a punti sui quattro lati.

All’interno della scocca delle porte di nuova generazione non vi è solo il ferro, ma una stratificazione di elementi differenti ricoperti di acciaio che permettono di ottenere prestazioni elevate di acustica, termica, risparmio energetico e anche di anticondensa e tagliafuoco in alcuni casi. Questi strati vengono poi unificati per creare un monoblocco: una scocca rivoluzionaria.

Il doppio foglio di lamiera di copertura, rende le porte molto meno attaccabili e consente di raggiungere più alti livelli di sicurezza e di resistere meglio ai tentativi di effrazione.

Le porte brevettate da Dierre, garantiscono ottime prestazioni in uno spessore minimo. Questo significa che non viene trascurata mai neanche la parte di estetica e design, grazie allo spessore minimo la porta resta leggera e diventa parte dell’arredo di una casa, integrandosi alla perfezione nell’ambiente abitativo.

Hai quindi capito perché le porte Dierre resistono di più nel corso del tempo e quali sono i vantaggi di una porta in acciaio zincato a caldo, ora non ti resta che scegliere la porta perfetta per la tua abitazione!

Torna al blog

BLOG

Sleek Next Elettra, un’apertura al futuro

È un periodo strano per tutti a causa dell’emergenza Coronavirus, ma in questi giorni in cui stiamo in casa, abbiamo ancora più tempo per riflettere sulle scelte che riguardano la nostra abitazione. Per questo vogliamo guidarti alla scoperta della tecnologia di cui può essere dotata la tua porta d’ingresso.
La capacità di evolversi è una caratteristica che appartiene un po’ a tutti noi, così come la voglia di adattarsi ai cambiamenti, seguirli oppure anche anticiparli. Ci piace avere strumenti che ci semplifichino la vita e che ci regalino più praticità. Noi di Dierre ci impegniamo da sempre a immaginare, anticipare, e realizzare sistemi di sicurezza e porte intelligenti.
Una porta, infatti, oltre a garantire un ottimo abbattimento acustico, isolamento termico, resistenza al fuoco e la massima sicurezza, può anche essere rivoluzionaria dal punto di vista della tecnologia.

Next Elettra

Next Elettra è un sistema di apertura iper evoluto, creato per svilupparsi nel tempo e integrare via via nuove funzioni, che unisce sicurezza, tecnologia e funzionalità.
Quali sono i vantaggi?

  • Antifurto sonoro, semplice e intuitivo, che funziona grazie al dispositivo bluetooth.
  • Apertura e chiusura tramite l’App My Door o il telecomando Key-fob.
  • Gestione degli accessi anche da remoto.
  • Notifica di eventuali necessità di manutenzione.

Com’è possibile tutto questo? Analizziamo questo sistema di apertura nel dettaglio, e scopriamo di cosa è dotato:

Bluetooth

Inserito all’interno del battente, gestisce gli accessi e le uscite. Grazie alla sensoristica evoluta segnala lo stato della porta, e può integrare via via nuove funzioni.

Apertura elettronica

Serratura motorizzata a cilindro di ultima generazione, controllata dal dispositivo bluetooth, con bassi consumi ed elevata affidabilità.

Sensori anomalie

Attivi per segnalare lo stato della porta e fornire una diagnostica di base e inviare un avviso in caso di anomalie.

Diottro

Posto sul lato esterno e interno della porta, è una lente semi sferica che rifrange la luce generata dal led inserito nel battente e cambia colore a seconda dello stato della porta.

Key-fob


Un telecomando con modulo bluetooth pratico e funzionale, che dialoga col dispositivo interno della serratura.

Easy Key-Fob

Easy Key Fob
Ha tutte le caratteristiche del Key-Fob, in più grazie alla chiave a scatto Easy Key integrata, consente lo sblocco meccanico della serratura in caso di blackout energetico.

Antifurto incorporato

Grazie a sensori presenti nel dispositivo blutetooth, l’indicatore acustico segnala i tentativi di effrazione.

My Door

mydoor
Inoltre grazie all’App My Door, compatibile con sistema iOS oppure Android, puoi collegare la tua porta allo smartphone, azionare così l’apertura e la chiusura.
Altro plus di Next Elettra è che con il passare del tempo potrà evolversi sempre di più e darti ulteriori vantaggi. Infatti potrà essere in rete con l’app My Door connessa in wifi con la serratura, e tu potrai:

  • avere sempre a portata di mano informazioni sullo stato della tua porta
  • controllare gli accessi e gestire da remoto i sistemi di apertura e chiusura
  • avere indicazioni d’allarme
  • comunicare in tempo reale con Dierre per valutare le condizioni della porta o per la manutenzione

Con il dispositivo My Bridge, Next Elettra si potrà integrare con altri sistemi di domotica presenti nell’abitazione. Basterà avere una wifi oppure una semplice sim e anche la vita in casa sarà molto più semplice.

Next Elettra incontra Sleek

Dierre, Sleek Next Elettra
Il sistema evoluto di Next Elettra si abbina a modelli di porte Dierre di grande prestigio, come ad esempio Sleek, la nuova porta blindata che trae ispirazione dall’ingegneria aeronautica.
Sleek è per te se ricerchi il design, la cura dei dettagli, e se non vuoi rinunciare alla sicurezza e alla praticità.
Infatti questa porta è a doppia battuta e filo muro con cerniera a scomparsa e garantisce ottime prestazioni termiche e di isolamento acustico.
L’apertura è a 180° grazie alle cerniere a scomparsa Macron 5.0, che sono brevettate Dierre. Essendo a filo muro inoltre non interrompe lo spazio, ma lo moltiplica perché può essere realizzata con la stessa texture della parete.
Next Elettra è quindi il sistema di apertura ideale per questa porta elegante. Il bagliore di luce aggiunge un tocco unico alla porta, e la tecnologia offre ancora più praticità.

Torna al blog

BLOG

I vantaggi di una porta blindata industriale

Gli elementi da scegliere per la propria abitazione sono svariati, non sempre ce ne accorgiamo, ma in molti casi ci troviamo di fronte ad un bivio: è meglio un prodotto artigianale oppure un prodotto industriale?
Questa domanda si pone anche quando si deve valutare la porta migliore per casa propria. La porta è un bene durevole, ad elevata tecnologia industriale, e va considerata in questo modo, quasi al pari di un frigorifero o di un elettrodomestico!

Quando l’eleganza del dettaglio incontra la tecnologia

Dierre assicura molti vantaggi: una personalizzazione quasi artigianale, massimi standard nei test di sicurezza e il meglio della tecnologia.
Le porte Dierre mantengono quindi in grande equilibrio gli elementi fondamentali per una porta blindata: raggiungono la classe 5 antieffrazione e allo stesso tempo garantiscono altissime prestazioni termiche, acustiche e di design.

Serrature, cerniere, chiavi e rostri, sono realizzati internamente. L’attenzione per i dettagli è visibile a colpo d’occhio: ogni componente è studiata e questo è visibile anche dalle guarnizioni che non risultano mai taglienti. Tuttavia, non è solo l’attenzione per i dettagli a caratterizzare le porte Dierre.
Il fine è sempre quello di creare porte tecnologicamente innovative, i prototipi vengono prodotti con sofisticate tecnologie industriali e Dierre ne controlla tutto il ciclo produttivo, dal progetto alla realizzazione, affidandosi a software sofisticati sia per la prototipazione che per la produzione, che garantiscono customizzazione in tempi snelli, grazie anche al quasi totale controllo del know-how del prodotto.

Vediamo da vicino le porte Dierre

I materiali che giocano un ruolo fondamentale in una porta Dierre sono l’acciaio e il legno. Grazie a questa unione è possibile modulare e creare il prodotto che più risponde alle esigenze di ogni singolo cliente.

I vantaggi dell’acciaio zincato a caldo sono molteplici:

  • Le cromature non arrugginiscono, e si evita il rischio che alcune componenti marciscano. In particolare, riduce l’impatto della salinità nei luoghi esposti al mare.
  • Aumenta il livello di sicurezza
  • Aumenta la durabilità e la solidità del prodotto

Il legno, oltre ad essere un ottimo isolante, viene impiegato come arricchimento per rivestire la porta a seconda dei gusti dei clienti. È infatti possibile scegliere il modello che si preferisce e la manutenzione risulta più semplice poiché basta smontare il pannello con l’utilizzo di cornici fermapannello Fast-Grip brevettate da Dierre, con un semplice movimento click-clack.

Fast Grip

In più quello che rende uniche le porte Dierre è la scocca, cioè la scatola che costituisce lo scheletro della porta, poiché è punzonata e non saldata.

All’interno l’anta è rinforzata con uno speciale sandwich brevettato Dierre composto da materiali con elevate proprietà di coibentazione termica, abbattimento acustico e resistenza all’effrazione. In più sono presenti rinforzi aggiuntivi a protezione del gruppo di chiusura.

Dierre è la tua scelta vincente perché la standardizzazione della produzione non va mai in contrasto con la massima personalizzazione, inoltre l’industrializzazione semplifica la manutenzione e l’assistenza post-vendita del prodotto e garantisce una migliore qualità del lavoro lungo tutta la filiera.

Torna al blog

BLOG

Com’è fatta una porta blindata? La sua composizione e il telaio

Una porta, un mondo di sicurezza. Cosa contraddistingue una porta blindata da tutte le altre? E com’è fatta una porta blindata? Prendiamo in considerazione tutti gli elementi che la compongono: controtelaio, telaio, anta, cerniere, catenacci e serrature, ognuno contribuisce a svolgere un ruolo fondamentale nel creare una struttura solida.

Cosa c’è dietro una porta blindata?

Il controtelaio

È la struttura fissata nel muro per accogliere la porta, diventando un tutt’uno con la parete. In sostanza è il punto di connessione tra il muro e il telaio.

Il telaio

È l’elemento portante della porta moderna e costituisce anche un elemento di design, in quanto può essere anche bicolore ed essere abbinato alle finiture interne ed esterne
dell’abitazione. È in acciaio ed è rinforzato in quei punti che sono più accessibili ai ladri. Assicura l’unione tra anta e il controtelaio.

Le cerniere

Collegano l’anta al telaio e costituiscono il supporto e il punto di rotazione dell’anta. Possono essere a scomparsa, cioè nascoste per creare un effetto rasomuro, oppure
normali. Consentono gradi di apertura differenti, fino a 180 gradi di ingombro maniglia. Lungo il lato delle cerniere si trovano i rostri Shild, questi si inseriscono nelle cavità corrispondenti sul telaio, in modo da impedire lo scardinamento.

Le serrature

Le serrature sono formate dal cilindro che genera il movimento di apertura e chiusura, e dal defender. Esiste anche la serratura a doppia mappa che però non necessita di ulteriori elementi.

I rivestimenti

Sono gli elementi che personalizzano la tua porta, realizzati in diversi colori e materiali permettono di dare più carattere alla tua abitazione perché puoi sceglierli in base alle tue preferenze. Sono due pannelli: interno ed esterno. La scelta di quello esterno dipende anche dalla sua esposizione agli agenti atmosferici e deve essere coordinata al colore e alle finiture stabilite dal condominio.

Le cornici fermapannello Fast-Grip

Dierre ha brevettato un sistema di sicurezza Fast-Grip, che permette di montare e smontare le cornici fermapannello in pochissime operazioni. Queste nuove cornici hanno la superficie in legno e l’interno con materiali innovativi, flessibili e ad elevata resistenza.

La carenatura

È una cornice a bordo anta sui quattro lati in acciaio, in due versioni: a graffa e standard. Defender È una protezione per il cilindro che esiste sia nella versione standard che nella versione più evoluta, più sicura e performante.

Inoltre Dierre consente di integrare alcuni optional che offrono ancora più sicurezza.

Open View

Consente l’apertura parziale della porta e il suo blocco senza che il campo visivo venga ostruito dal tradizionale braccetto di sicurezza. Infatti il dispositivo viene posizionato nella parte alta del telaio e consente di avere una visuale libera.

Open View

Soglia fissa a pavimento

Protegge ulteriormente la porta dalle infiltrazioni d’acqua e dalle correnti d’aria.

Dierre, soglia fissa a pavimento

No Slam

È un dispositivo che permette di controllare e guidare l’apertura e la chiusura della porta. La porta quindi si ferma su determinate posizioni, ossia a 30°, 60° e 90° d’apertura. In questo modo è possibile evitare che correnti d’aria o colpi di vento causino la chiusura involontaria.No Slam

Che cosa differenzia le porte Dierre?

Le porte Dierre possono essere personalizzate in quanto ogni particolare viene disegnato e realizzato internamente, incluse le serrature e i cilindri. In questo modo è possibile soddisfare tutte le esigenze sia in termini di finiture che di sicurezza e risparmio energetico.
La scocca Dierre è composta di due lamiere in acciaio zincato, che riducono la possibilità di corrosione; ha un’anima di acciaio resa ancora più resistente dai rinforzi verticali. Per evitare lo scardinamento, quando la porta è chiusa i rostri fissi si inseriscono nel telaio, rendendola più sicura. All’interno della scocca, nel caso di porte performanti in termica e acustica, sono presenti inoltre pannelli di coibentazione che conferiscono un buon isolamento termico e acustico. Inoltre vi è una lamina parafreddo a filo pavimento che protegge da spifferi d’aria e lame di luce.

La porta Sentry

È la soluzione ideale per chi non vuole rinunciare ad una chiusura tradizionale. Nella versione Synergy-In, inoltre, consente di raggiungere i 45 Db di abbattimento acustico, 1,4 W/m2K di trasmittanza termica e fino a EI2 90 di resistenza al fuoco. La serratura a cilindro è dotata del sistema Lock Blocking System che la rende ancora più resistente. Le Sentry 1 e Sentry 4 prevedono il cilindro ad alta sicurezza New Power, protetto da una boccola antistrappo. Il sistema Lock Blocking System è la sintesi di tecnologia, qualità e innovazione. Permette di bloccare la serratura qualora si cercasse di strappare il cilindro con una tecnica distruttiva che prevede l’eliminazione forzata del defender.

Schema porta blindata Sentry Dierre

Torna al blog

BLOG

L’importanza delle lamiere in una porta blindata

Quando parliamo di porte blindate parliamo di sicurezza. Ma come si arriva a garantirla? Ogni elemento è progettato con cura e svolge un ruolo fondamentale.
Iniziamo a studiare ora quello più importante: la scocca, cioè la struttura che contiene la porta: su di essa sono installati la serratura, il cilindro, i rostri posteriori di chiusura e le cerniere.
Per implementare la sicurezza, la scocca viene coperta da uno o due fogli di lamiera, sui quali vengono saldati omega di rinforzo, elementi che hanno la funzione di fornire più rigidità strutturale alla porta.

Qual è la differenza tra mono lamiera e doppia lamiera?

L'importanza delle lamiere in una porta blindata
La monolamiera, come dice il nome, ha un solo foglio di lamiera e ha omega rettangolari. Questi ultimi sono ricoperti poi dal pannello di rivestimento in legno, impallacciato, alluminio e altri materiali, senza un ulteriore strato protettivo.
La doppia lamiera garantisce maggiore sicurezza e robustezza: gli omega sono triangolari e rinforzati. Il secondo foglio di lamiera chiude la scocca e viene ricoperto dal pannello di rivestimento in legno, impallacciato, alluminio o altri materiali.

Dalla monolamiera alla doppia lamiera, a un sandwich prestazionale rivoluzionario.

L'importanza delle lamiere in una porta blindata
Siamo sempre pronti a fare entrare la massima sicurezza in casa. Abbiamo infatti studiato una porta blindata innovativa. Cosa significa? La scocca è a doppia lamiera ma diventa un monoblocco con una sinergia di elementi che creano un sandwich prestazionale. I rinforzi omega sono sostituiti da un mix di materiali ideato dalla tecnologia di Dierre.

 

Grazie a questa scocca rivoluzionaria la porta può anche essere tagliafuoco e resistere al fuoco per 30, 60 o 90 minuti.
Le lamiere sono zincate, questo assicura una maggiore durabilità nel tempo, perché ossidano ma non arrugginiscono.
Una porta così strutturata permette di avere migliori prestazioni termiche, acustiche e di design.

Torna al blog

BLOG

La porta blindata, il primo serramento di una casa

Per diversi motivi è facile che si formi umidità in casa, quando questa è troppo elevata si innesca velocemente il fenomeno della condensa.
Infatti se la temperatura diminuisce e il vapore entra a contatto con una superficie più fredda, il vapore acqueo si tramuta in vere e proprie gocce d’acqua.

La scelta di una porta blindata incide molto nella risoluzione di questa problematica perché le porte, collegando l’ambiente esterno con quello interno, sono una superficie più fredda e quindi è da qui che viene generata la condensa.

È possibile mettere in atto piccoli accorgimenti che ne impediscano la formazione, come ad esempio arieggiare regolarmente la casa oppure utilizzare deumidificatori, ma spesso
questo non basta. Noi di Dierre abbiamo studiato una porta blindata in grado di evitare questo fenomeno.

Synergy Out: la porta blindata anti condensa

Riassumendo, più il tasso di umidità dell’ambiente è alto e più è bassa la temperatura esterna, più si alza il rischio di condensa.
Il telaio della porta Synergy Out, essendo a bassissima trasmittanza termica, riduce questo rischio.
Abbiamo strutturato questa porta in modo che sia in grado di sopportare tutti gli eventi che derivano dalla costante esposizione agli agenti atmosferici estremi, mantenendo aspetto e funzionalità inalterati nel tempo.

Grafico Porta Blindata

Dierre, specifiche telaio porta blindata Synergy Out

Guardando le immagini possiamo vedere una porta normale a confronto con la Synergy Out.
L’area rossa indica il livello di condensa, guarda quanto è minore nella Synergy Out!

Vediamo nel dettaglio com’è strutturata:

  • Il controtelaio è caratterizzato da un innesto in PVC che lo isola sul lato esterno.
  • Il telaio è in PVC con rinforzi metallici.
  • Il pannello, caratterizzato per la sua stratigrafia di materiali, consente di migliorare l’isolamento acustico e termico della porta, senza comprometterne la resistenza meccanica.
  • Il traverso inferiore si compone di una soglia fissa a pavimento in alluminio e PVC che consente l’abbattimento dei ponti termici.

I vantaggi di Synergy Out in numeri

Synergy Out è caratterizzata dalla robustezza e allo stesso tempo garantisce valori di isolamento termico da primato: la trasmittanza termica del suo telaio è 7 volte più bassa rispetto a quella di un telaio tradizionale.
La tenuta all’acqua è di classe 8A, la permeabilità all’aria di classe 4. La resistenza alla corrosione è di classe 4 se la resistenza al vento di classe C5.

Torna al blog

BLOG

Domotica elementare e sicurezza in un’unica parola: Hibry

Ormai la tecnologia è entrata nelle nostre vite e nelle nostre case. Sentiamo sempre più parlare di SMART HOME, case intelligenti, IoT (internet delle cose), tutte ‘rivoluzioni’ tecnologiche che possono migliorare la qualità della vita e soprattutto ridurre lo stress per permetterci di dedicarci a ciò che ci fa star bene, liberi dai pensieri ‘di casa’.
La maggior parte delle volte non ci facciamo caso, ma noi di Dierre abbiamo scelto di tenere gli occhi aperti sull’innovazione e di integrarla ai nostri prodotti. Già negli anni ‘90, infatti, avevamo lanciato la prima porta blindata con serratura elettronica, forse ancora prematura.
Da questa costante attenzione alla tecnologia e con l’intento di renderla semplice e alla portata di tutti, è nata Hibry: una porta blindata evoluta, affidabile e sicura con certificato europeo di antieffrazione fino alla Classe 4.
Grazie al sistema a doppia funzione coniuga in un’unica serratura la funzione automatica e quella manuale. Ti offre quindi più sicurezza e più praticità semplificando un piccolo gesto quotidiano, quello di aprire e chiudere la porta di casa tua.

Qual è il vantaggio di una porta elettronica?

È molto semplice: una porta elettronica aumenta il livello della sicurezza in casa. Hai mai pensato a quante volte hai lasciato le chiavi nella serratura prima di andare a dormire? Oppure a quante volte per distrazione non hai dato tutte le mandate e poi hai tolto la chiave? Ecco, con una porta elettronica che si chiude da sola, risolvi questo problema e ti sentirai più al sicuro.

Immagina un mondo dove tutto è più semplice

Con Hibry ti basterà avvicinare la chiave elettronica alla mostrina sul battente e la porta si aprirà. Alla chiusura si rimetterà automaticamente in sicurezza.

Dall’interno l’apertura potrà essere manuale o automatica, con pressione sul touch screen inserito nella porta attraverso cui potrai svolgere altre semplici operazioni come l’abilitazione di nuove chiavi elettroniche.
Potrai fare ogni operazione nella massima tranquillità e nella sicurezza che anche in caso di guasto elettronico o di black out, ogni fase di apertura e chiusura potrà essere svolta manualmente inserendo la chiave nel cilindro.

Sistemi di apertura

Hibry ti dà la possibilità di 5 sistemi di apertura:

  • Easy Key: una chiave meccanica con trasponder
  • Key Card: una card con microchip incorporato
  • Key Control: un ‘ciondolo’ con asola adatta a qualsiasi portachiavi
  • Il lettore biometrico di impronte digitali
  • Il tastierino numerico

Quando la tecnologia fa spazio alla sicurezza

Darti una sicurezza certificata è sempre il nostro obiettivo. Hibry ha ottenuto il certificato antieffrazione Classe 4 secondo la norma UNI EN 1627.

E quando la tecnologia fa spazio alla personalizzazione

In più potrai anche scegliere tra diverse linee, finiture e rivestimenti in materiali e colori e personalizzarla come piace a te, anche nei più piccoli dettagli: il colore della cover del touch screen è abbinabile alla finitura della maniglieria interna ed esterna all’abitazione, puoi scegliere infatti tra nero, grigio e bronzo.

Torna al blog

BLOG

Vivi il silenzio della tua casa. Yoga e pace: isolamento acustico

È tardi, hai lavorato tutto il giorno, il telefono ha squillato senza sosta, hai corso da una parte all’altra della città, sei stato fermo nel traffico, e ora che finalmente stai per arrivare a casa non vedi l’ora di chiuderti la porta alle spalle e prenderti un momento tutto per te.

Durante tutta la giornata, che ce ne accorgiamo o no, siamo circondati da suoni e rumori: quando camminiamo, quando lavoriamo, quando mangiamo fuori. Hai mai pensato che per vivere un vero momento di relax e staccarti da tutto c’è bisogno anche di prendersi una pausa dai rumori? Perché casa nostra diventi il posto ideale nel quale rifugiarsi, è importante che vi sia anche un buon isolamento acustico. La scelta della porta, infatti, consente un miglioramento della qualità della tua vita.

Cosa si intende per isolamento acustico? È la garanzia che l’entità dei suoni e i rumori esterni trasmessi all’interno di ambienti attraverso i confini che li delimitano (pareti perimetrali, tramezzi e solai) venga in qualche modo contenuta.

Per poter garantire l’isolamento acustico è necessario che porte e serramenti siano installati nel modo corretto, è infatti inutile avere dei prodotti altamente performanti se poi l’installazione non viene fatta a regola o se sono presenti altri ponti acustici estranei al prodotto.

I livelli di isolamento acustico

Per capire in modo più pratico di cosa stiamo parlando dobbiamo introdurre l’argomento sui decibel: l’unità di misura utilizzata per misurare il livello di abbattimento acustico dei prodotti da costruzione quali le porte.

Come valutare il livello di isolamento di un prodotto?
In maniera semplicistica possiamo dire che:

  • dai 20 dB ai 30 dB il prodotto non è molto performante
  • dai 31 dB ai 35 dB il prodotto è nella media delle prestazioni presenti sul mercato
  • dai 36 dB ai 39 dB il prodotto ha una buona prestazione
  • dai 40 dB in su il prodotto presenta un ottimo grado di isolamento acustico

Le porte blindate Synergy-Out Dierre consentono di ottenere un valore di abbattimento acustico pari a 46 dB, proprio grazie all’innovativa struttura interna brevettata del battente e alla tecnologia presente sul telaio in PVC unico nel suo genere. Per avere prestazioni così elevate è comunque necessaria la presenza di una soglia fissa a pavimento che nel caso specifico è comunque poco ingombrante essendo alta appena 16 mm.

In generale, è bene ricordare che un’accettabile qualità acustica degli edifici potrà essere ottenuta solo con un’adeguata progettazione dei medesimi non disgiunta da una corretta e preventiva pianificazione urbanistica degli spazi urbani. In questo ambito trova ovviamente conferma sul campo il concetto che è molto meglio prevedere in fase di progettazione piuttosto che dover poi intervenire con interventi tampone spesso di relativa efficacia.

Torna al blog

BLOG

L’innovazione fa ingresso in casa tua: soluzioni Hi-Tech per una maggiore sicurezza e comodità

Aumentare il livello di sicurezza in casa propria è sempre possibile, soprattutto se si sceglie di trovare nuove soluzioni innovative. Da sempre noi di Dierre puntiamo sulla tecnologia più avanzata senza trascurare la cura artigianale. Per questo negli anni abbiamo progettato nuovi sistemi per governare l’apertura dei modelli più evoluti di porte d’ingresso e portoni per garage. Perché crediamo che quando il design si unisce all’innovazione, nascano dei buoni risultati.

Un incontro quotidiano con l’innovazione

Ecco le soluzioni che abbiamo sviluppato nel corso degli anni e che consentono di avere tutta l’eccellenza sempre a portata di mano.

Cerniera MACRON 5.0 per porta blindata filomuro SLEEK

Una cerniera a scomparsa, inedita e avveniristica, con un brevetto di tipo internazionale. Ispirata alle cerniere dei portelloni d’aereo, ha una portata ben maggiore rispetto ai dispositivi tradizionali. Consente un’apertura fluida a 180°, il superamento della doppia battuta e, in chiusura, la perfetta complanarità al muro.
Il movimento è costituito da 3 componenti fisse di rotazione e 2 mobili di traiettoria.
La cerniera Macron 5.0 inizia il suo movimento traslando nello stesso verso di spinta, per poi cominciare una rotazione rapida, guidata e combinata attorno ai suoi assi.

No-Slam

Un sistema che mette sotto controllo l’apertura e la chiusura della porta. Questo dispositivo evita che colpi di vento o correnti d’aria causino la chiusura involontaria della porta infatti, guidando la porta, la obbliga a fermarsi su determinate posizioni ma allo stesso tempo la porta può ruotare fino alla sua massima apertura.

Open View

Un innovativo limitatore di apertura che libera il campo visivo da ogni ostacolo. Consente l’apertura parziale della porta e il suo blocco, senza che il campo visivo venga ostruito dal tradizionale braccetto di sicurezza.

Smart Door

Un’applicazione chiara e intuitiva disponibile per sistemi operativi iOS e Android che permette di controllare ‘da remoto’ la porta elettronica. Infatti, grazie a quest’App è possibile:

  • Impostare orari e date di ingresso.
  • Assegnare chiavi di servizio o padronali a specifici nomi e quindi escluderli o includerli da determinate ‘autorizzazioni’ sul controllo degli accessi. Un esempio? Consente di stabilire i giorni della settimana e gli orari in cui può entrare e uscire la colf di casa.
  • Controllare chi entra ed esce in qualsiasi momento.

La tecnologia SYNERGY

Interpretando magistralmente la tendenza sempre più diffusa di ricercare in un unicum un complesso di alte prestazioni, Dierre crea un nuovo gioiello delle chiusure di sicurezza: la linea Synergy.
È un concetto industriale rivoluzionario dell’anta della porta blindata. Non esiste più la scocca monolamiera o doppialamiera per le porte del futuro Dierre, bensì un ‘sandwich’ prestazionale ‘pieno’ senza elementi in ferro al proprio interno, ma solo con due fogli di lamiera che racchiudono questo monoblocco composto da un mix di materiali che migliorano le prestazioni ‘green’ dell’anta blindata.
Nello spessore di una normale porta blindata (63 mm con rivestimenti 7+7 mm), Synergy integra e potenzia l’azione di differenti caratteristiche tecniche all’interno della struttura stessa dell’anta, non sovrapponendo gli strati performanti all’esterno della lamiera – raggiungendo livelli di eccellenza assoluta ed esclusiva di:

  • isolamento termico
  • isolamento acustico
  • resistenza al fuoco
  • resistenza ai tentativi di effrazione
  • resistenza aria/acqua/vento.

Esiste in due differenti versioni: porta blindata Synergy In, per costruzioni di tipo verticale e condomini, e meno adatta a forti sbalzi termici; e Synergy Out, la prima porta anti-condensa con telaio in PVC, per costruzioni orizzontali, come villette e case indipendenti, adatta a migliorare il taglio termico e ridurre il fenomeno della condensa.